Aage: le sfide dell’artigianato contro la crisi

26 Ottobre 2009 ore 10:48

(21 ott) La qualità e l’eccellenza dell’artigianato biellese sfidano la crisi, lanciando ancora segnali di ottimismo con il tradizionale Expo d’Autunno Aage – artigianato, attività economiche, gastronomia ed enologia -, giunto alla sua trentaduesima edizione. La manifestazione vedrà protagoniste, come di consueto, le micro imprese, che fanno delle proprie pregevoli lavorazioni artigianali l’ingrediente principale. Anche loro non sono purtroppo esenti dalla crisi economica globale, ma possono ben sperare per il futuro visti i primi piccoli, lenti e timidi segnali di ripresa.
La qualità e l’eccellenza dell’artigianato biellese sfidano la crisi, lanciando ancora segnali di ottimismo con il tradizionale Expo d’Autunno Aage – artigianato, attività economiche, gastronomia ed enologia -, giunto alla sua trentaduesima edizione. La manifestazione vedrà protagoniste, come di consueto, le micro imprese, che fanno delle proprie pregevoli lavorazioni artigianali l’ingrediente principale. Anche loro non sono purtroppo esenti dalla crisi economica globale, ma possono ben sperare per il futuro visti i primi piccoli, lenti e timidi segnali di ripresa.
«Sarà un momento importante – spiega il presidente di Confartigianato, Andrea Fortolan -, poiché l’evento si è fin dalla prima edizione rivelato uno strumento efficace per promuovere le attività degli artigiani e delle piccole imprese locali». Ad oggi la sezione biellese di Confartigianato, attiva da 64 anni, conta 3013 imprenditori associati, dato in crescita rispetto agli anni scorsi. «Tuttavia – afferma il direttore Massimo Foscale -, per quanto riguarda il settore artigiano, dopo un 2008 difficile, nel primo semestre di quest’anno si è avuto un calo dell’1,8 per cento delle imprese biellesi registrate. Il settore quindi si presenta ancora in difficoltà». Dati poco felici a parte, l’Expo in programma a Biella Fiere dal 24 ottobre al primo di novembre, che coinvolgerà anche quest’anno ben 300 artigiani per 500 stand disposti su 10 mila metri quadrati espositivi, prevede appuntamenti interessanti e ricchi di novità, come l’area interamente dedicata a 20 maestri di eccellenza dell’artigianato, scelti tra i migliori del Piemonte, e la realizzazione di uno spazio eventi di 500 metri quadrati, dove si terranno le sfilate ed il concorso per l’elezione della prima “miss Aage”.
Sabato alle 15 ci sarà l’inaugurazione della fiera, alla presenza della presidente della Regione Mercedes Bresso e del vicepresidente Paolo Peveraro, a cui seguirà il conferimento delle onorificenze ad espositori ed aziende storicamente fedeli ad Aage e Confartigianato. Di particolare interesse è la sfilata di “Biella alta moda”, che si svolgerà la sera del 31 ottobre, con abiti di Luciano Barbera e delle giovani stiliste Valentina Ponso, Federica Taglioretti e Sara Togni. Seguirà poi l’esibizione di capi di “Valentino” realizzati da Maria Barbieri. A chiudere l’evento sarà lo show dedicato all’acconciatura dello stilista Zeo Baldi di domenica pomeriggio – giornata in cui l’ingresso sarà gratuito -, seguito da una serata speciale a sostegno dell’Unicef, con capi di abbigliamento prodotti artigianalmente che saranno messi all’asta.
21 ottobre 2009

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità