Economia

A Need il lanificio Ormezzano

A Need il lanificio Ormezzano
Economia 30 Luglio 2015 ore 12:56

La Need di Occhieppo Inferiore della famiglia Caneparo ha acquisito in affitto, nell’ambito di una procedura concorsuale, il totale ramo d’azienda dello storico  Lanificio Ormezzano di Mosso e in autunno l’acquisizione verrà completata in tutti i dettagli. Ne dà notizia una nota della Need che ha chiuso l’operazione   nei giorni scorsi. «Ci metteremo energia, entusiasmo e tanta determinazione per sviluppare, nel segno della continuità, i tessuti del Lanificio Fratelli Ormezzano - spiega Nicolò Caneparo, amministratore delegato Need -. Un obiettivo che la nostra azienda tessile nata nel 2007 come tessitura conto terzi, si propone con questo investimento. Vogliamo valorizzare e ridare nuovo slancio ai tessuti Ormezzano. Siamo infatti convinti che la grande tradizione del marchio sia un patrimonio inestimabile su cui investire per il rinnovamento e lo sviluppo della nostra azienda».

Il lanificio Fratelli Ormezzano è stato fondato nel 1924 dai fratelli Mario e Carlo distinguendosi, fin da allora, per una scelta innovativa: puntare sui tessuti fantasia realizzati solo con lane pettinate, in un momento in cui prevalevano gli uniti. Successivamente avrebbero introdotto la produzione di tessuti in lino e in cotone, sviluppando le creazioni di tessuti in lane cardate, per puntare sempre su collezioni innovative per quanto riguarda tipi, colori o diverse miste. «Le collezioni realizzate grazie alla preziosa collaborazione del disegnatore Massimo Zambon - aggiunge Caneparo - valorizzano gli elementi tradizionali del marchio Ormezzano arricchendoli grazie alla presenza di linee più sportive e casual accanto alle texture più classiche». Le nuove collezioni del marchio Ormezzano saranno presentate in occasione di Ideabiella, all’interno di Milano Unica, dall’8 al 10 settembre 2015 a Fieramilanocity. «Ed è nostra intenzione - spiega Caneparo - essere presenti anche a Shanghai e a Parigi».

R.A.  

Leggi di più sull’Eco di Biella di giovedì 30 luglio 2015

La Need di Occhieppo Inferiore della famiglia Caneparo ha acquisito in affitto, nell’ambito di una procedura concorsuale, il totale ramo d’azienda dello storico  Lanificio Ormezzano di Mosso e in autunno l’acquisizione verrà completata in tutti i dettagli. Ne dà notizia una nota della Need che ha chiuso l’operazione   nei giorni scorsi. «Ci metteremo energia, entusiasmo e tanta determinazione per sviluppare, nel segno della continuità, i tessuti del Lanificio Fratelli Ormezzano - spiega Nicolò Caneparo, amministratore delegato Need -. Un obiettivo che la nostra azienda tessile nata nel 2007 come tessitura conto terzi, si propone con questo investimento. Vogliamo valorizzare e ridare nuovo slancio ai tessuti Ormezzano. Siamo infatti convinti che la grande tradizione del marchio sia un patrimonio inestimabile su cui investire per il rinnovamento e lo sviluppo della nostra azienda».

Il lanificio Fratelli Ormezzano è stato fondato nel 1924 dai fratelli Mario e Carlo distinguendosi, fin da allora, per una scelta innovativa: puntare sui tessuti fantasia realizzati solo con lane pettinate, in un momento in cui prevalevano gli uniti. Successivamente avrebbero introdotto la produzione di tessuti in lino e in cotone, sviluppando le creazioni di tessuti in lane cardate, per puntare sempre su collezioni innovative per quanto riguarda tipi, colori o diverse miste. «Le collezioni realizzate grazie alla preziosa collaborazione del disegnatore Massimo Zambon - aggiunge Caneparo - valorizzano gli elementi tradizionali del marchio Ormezzano arricchendoli grazie alla presenza di linee più sportive e casual accanto alle texture più classiche». Le nuove collezioni del marchio Ormezzano saranno presentate in occasione di Ideabiella, all’interno di Milano Unica, dall’8 al 10 settembre 2015 a Fieramilanocity. «Ed è nostra intenzione - spiega Caneparo - essere presenti anche a Shanghai e a Parigi».

R.A.  

Leggi di più sull’Eco di Biella di giovedì 30 luglio 2015

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter