Menu
Cerca

A Biella, la corsa del “buono lavoro”

A Biella, la corsa del “buono lavoro”
Economia 06 Febbraio 2016 ore 11:38

BIELLA - Sono stati 421.566 i voucher lavoro da 10 euro venduti nel Biellese durante il 2015. Cgil Biella, per bocca della segretaria Marvi Massazza Gal, lancia l’allarme: «C’è - dice - una crescente precarizzazione che incide sulla qualità del lavoro». I numeri, significativi in tutto il Piemonte, inducono lo stesso assessore al Lavoro e Formazione professionale, Gianna Pentenero, a parlare di “fenomeno da monitorare per evitare abusi e distorsioni». Da parte di Ascom Biella e Confesercenti Biella, davanti ai numeri, emerge la condivisione circa l’esigenza di controlli per ricondurre lo strumento alla sua funzione originaria nei casi ove l’uso sia stato improprio. Per il vicepresidente Uib, Alberto Platini, occorre però non fermarsi ai numeri. «Un’equazione automatica tra l’aumento dei voucher venduti e l’uso improprio di essi non mi pare corretta - dice - Non va dimenticato che lo strumento svolge un ruolo essenziale nell’emersione del sommerso».

Giovanni Orso

Leggi di più sull’Eco di Biella di giovedì 4 febbraio 2016 

BIELLA - Sono stati 421.566 i voucher lavoro da 10 euro venduti nel Biellese durante il 2015. Cgil Biella, per bocca della segretaria Marvi Massazza Gal, lancia l’allarme: «C’è - dice - una crescente precarizzazione che incide sulla qualità del lavoro». I numeri, significativi in tutto il Piemonte, inducono lo stesso assessore al Lavoro e Formazione professionale, Gianna Pentenero, a parlare di “fenomeno da monitorare per evitare abusi e distorsioni». Da parte di Ascom Biella e Confesercenti Biella, davanti ai numeri, emerge la condivisione circa l’esigenza di controlli per ricondurre lo strumento alla sua funzione originaria nei casi ove l’uso sia stato improprio. Per il vicepresidente Uib, Alberto Platini, occorre però non fermarsi ai numeri. «Un’equazione automatica tra l’aumento dei voucher venduti e l’uso improprio di essi non mi pare corretta - dice - Non va dimenticato che lo strumento svolge un ruolo essenziale nell’emersione del sommerso».

Giovanni Orso

Leggi di più sull’Eco di Biella di giovedì 4 febbraio 2016