Menu
Cerca

Writer in azione: muri e dehors imbrattati

Writer in azione: muri e dehors imbrattati
Cronaca 27 Febbraio 2016 ore 18:35

BIELLA - Si stanno moltiplicando gli episodi di puro vandalismo in città: più gesti commessi da giovani imbecilli che improvvisano piuttosto che da teppisti calcolatori. E’ il caso delle scritte comparse qualche notte fa lungo via Repubblica, concentrate soprattutto nella zona del Bar del Tribunale, nei pressi dell’incrocio con via Palazzo di Giustizia.

Writer da strapazzo, con vena artistica pari a zero, hanno disseminato le loro scritte incomprensibili composte con le bombolette spray su una campana per la raccolta del vetro, sulla persiana di un ufficio al pianterreno, sul muro tra il bar del Tribunale e la tabaccheria, sul dehors dello stesso bar e persino lungo la strada, proprio di fronte al locale.

Altre pareti di palazzi sono state prese di mira dagli improvvisati writer anche nei pressi della Prefettura e più giù ancora. Le forze dell’ordine stanno indagando. Qualcuno tra i giovani avrebbe parlato, consentendo a carabinieri e polizia di arrivare col fiato sul collo del teppistello che rischia una denuncia per danneggiamento aggravato, di pagare i danni e – come è già successo altre volte in passato – di trovare un giudice che lo obblighi a ripulire tutti i beni altrui che ha danneggiato.

V.Ca.

Leggi di più sull’Eco di Biella di sabato 27 febbraio 2016

BIELLA - Si stanno moltiplicando gli episodi di puro vandalismo in città: più gesti commessi da giovani imbecilli che improvvisano piuttosto che da teppisti calcolatori. E’ il caso delle scritte comparse qualche notte fa lungo via Repubblica, concentrate soprattutto nella zona del Bar del Tribunale, nei pressi dell’incrocio con via Palazzo di Giustizia.

Writer da strapazzo, con vena artistica pari a zero, hanno disseminato le loro scritte incomprensibili composte con le bombolette spray su una campana per la raccolta del vetro, sulla persiana di un ufficio al pianterreno, sul muro tra il bar del Tribunale e la tabaccheria, sul dehors dello stesso bar e persino lungo la strada, proprio di fronte al locale.

Altre pareti di palazzi sono state prese di mira dagli improvvisati writer anche nei pressi della Prefettura e più giù ancora. Le forze dell’ordine stanno indagando. Qualcuno tra i giovani avrebbe parlato, consentendo a carabinieri e polizia di arrivare col fiato sul collo del teppistello che rischia una denuncia per danneggiamento aggravato, di pagare i danni e – come è già successo altre volte in passato – di trovare un giudice che lo obblighi a ripulire tutti i beni altrui che ha danneggiato.

V.Ca.

Leggi di più sull’Eco di Biella di sabato 27 febbraio 2016