azioni legali

Voli cancellati per il Coronavirus, 17mila passeggeri infuriati contro il mancato rimborso

L'agenzia specializzata in reclami si appresta a intraprendere azioni legali per un importo totale di 9,3 milioni di euro di rimborsi.

Voli cancellati per il Coronavirus, 17mila passeggeri infuriati contro il mancato rimborso
22 Giugno 2020 ore 11:00

Voli cancellati per il Coronavirus, passeggeri contro le compagnie aeree: 17000 richieste di rimborso rifiutate nelle mani di Volo-in-Ritardo.it

Voli cancellati per il Coronavirus

Negli ultimi mesi in Europa, oltre il 90% dei voli è stato cancellato. Almeno 147 milioni di passeggeri ne hanno subito le conseguenze e possono scegliere tra un voucher della compagnia aerea o il rimborso in denaro del costo del biglietto. Volo-in-Ritardo.it rappresenta i diritti di 17.000 consumatori le cui richieste di rimborso sono state rifiutate. Dal punto di vista legale, la restituzione dei soldi sarebbe dovuta avvenire entro 7 giorni dalla cancellazione del volo, in base al regolamento UE 261/2004 sui diritti dei passeggeri. Tuttavia, diversi vettori ad oggi continuano a violare le norme UE e da mesi cercano di rimborsare con i voucher invece che in denaro i propri clienti per i biglietti inutilizzati. Lo riportano i colleghi di Primailcanavese.it.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno