Cronaca
movida violenta

Viverone, locali "ostaggio" di bulli e vandali: "Servono più controlli"

Primo caldo di stagione e vandali in azione a Viverone, dove i titolari dei locali hanno riaperto nelle ore notturne dopo lo stop del coprifuoco

Viverone, locali "ostaggio" di bulli e vandali: "Servono più controlli"
Cronaca Basso Biellese, 27 Giugno 2021 ore 08:49

Viverone, locali "ostaggio" di bulli e vandali: "Servono più controlli"

Primo caldo di stagione e vandali in azione a Viverone, dove i titolari dei locali hanno riaperto nelle ore notturne dopo lo stop del coprifuoco. Nei giorni scorsi, in particolare mercoledì sera, tanti giovani hanno affollato il lungolago per godersi una serata in compagnia. Ma qualcuno ha esagerato, tanto che il sindaco del paese, Renzo Carisio, e i titolari chiedono più controlli da parte delle forze dell'ordine.

Il conto dei danni

Ma non solo danni materiali: ci sono anche le minacce rivolte ai proprietari nel momento in cui si è tentato di reagire.  Un "branco" di giovanissimi, probabilmente provenienti da fuori provincia,  che non è passato inosservato. Palesemente ubriachi, oltre a disturbare la quiete pubblica, hanno vandalizzato cartelli tentando poi di impadronirsi di un pedalò. I Carabinieri sono riusciti a identificare alcuni di loro: potrebbe scattare una denuncia per danneggiamento.

L'appello

Il sindaco Carisio non vuole che certi episodi si ripetano: "I controlli effettuati fino a ora sono insufficienti, ci sentiamo abbandonati e in balia dei gruppi di violenti" ha detto ad un giornale locale. Se non otterrà delle risposte delle istituzioni il primo cittadino è pronto a mettere in atto decisioni drastiche: “Sarò obbligato a firmare un’ordinanza per bloccare la movida. Quindi niente più serate danzanti in riva al lago".