Cronaca

"Vicini alla civilissima comunità biellese"

"Vicini alla civilissima comunità biellese"
Cronaca 26 Maggio 2016 ore 19:50

Si è tenuta stamattina a Città Studi la festa della polizia per il 164° anniversario di fondazione. Tanto di cappello al Questore, Salvatore Perrone, che ha saputo creare un clima amichevole e piacevole come raramente in passato era accaduto. Ha fatto sentire veramente gli uomini in divisa vicini alla gente, “alla popolazione”, come tiene a dire lui. “L’esserci in ogni circostanza è la vera missione della Polizia – ha puntualizzato il Questore nel corso del suo discorso, semplice e apprezzato, senza i soliti numeri ai quali ha dato spazio in una conferenza stampa organizzata ieri in questura -. La polizia che vuole essere sempre di più al servizio del cittadino”. Ancora una volta ha citato la civilissima “civilissima comunità biellese” e ha ringraziato gli organi d’informazione. La festa si è giustamente aperta con la lettura dei messaggi del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, del Ministro dell’Interno, Angelino Alfano, e del capo della Polizia, Franco Gabrielli, che hanno elogiato il lavoro svolto nel corso dell’anno in Italia e ricordato i caduti e i feriti in servizio.

Nel corso della cerimonia sono stati premiati gli operatori che più si sono distinti durante il servizio. Si tratta di: Maurizio Di Girolamo, Adriano Zucco, Alessandro Koffi Teja, Claudio Guazza, Gianluca Panetto, Davide Mauro, Cristiano Gazzi, Antonio Barbato, Gianluca Valz Brenta, Stefano Martinelli e del dirigente Atos Vecchi.

Si è tenuta stamattina a Città Studi la festa della polizia per il 164° anniversario di fondazione. Tanto di cappello al Questore, Salvatore Perrone, che ha saputo creare un clima amichevole e piacevole come raramente in passato era accaduto. Ha fatto sentire veramente gli uomini in divisa vicini alla gente, “alla popolazione”, come tiene a dire lui. “L’esserci in ogni circostanza è la vera missione della Polizia – ha puntualizzato il Questore nel corso del suo discorso, semplice e apprezzato, senza i soliti numeri ai quali ha dato spazio in una conferenza stampa organizzata ieri in questura -. La polizia che vuole essere sempre di più al servizio del cittadino”. Ancora una volta ha citato la civilissima “civilissima comunità biellese” e ha ringraziato gli organi d’informazione. La festa si è giustamente aperta con la lettura dei messaggi del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, del Ministro dell’Interno, Angelino Alfano, e del capo della Polizia, Franco Gabrielli, che hanno elogiato il lavoro svolto nel corso dell’anno in Italia e ricordato i caduti e i feriti in servizio.

Nel corso della cerimonia sono stati premiati gli operatori che più si sono distinti durante il servizio. Si tratta di: Maurizio Di Girolamo, Adriano Zucco, Alessandro Koffi Teja, Claudio Guazza, Gianluca Panetto, Davide Mauro, Cristiano Gazzi, Antonio Barbato, Gianluca Valz Brenta, Stefano Martinelli e del dirigente Atos Vecchi.

Seguici sui nostri canali