“Vendiamo scope” e le rubano l’oro

“Vendiamo scope” e le rubano l’oro
07 Novembre 2014 ore 21:30

Pollone
Si sono spacciati per venditori di scope. Ne hanno anche mostrate alcune alla signora di Pollone, 64 anni, che ha aperto loro la porta. «No grazie, non ne ho bisogno», ha risposto cortese lei. I due, modi di fare comunque gentili, scaltri e smaliziati a dovere come da manuale del perfetto truffatore, sono lo stesso riusciti a derubare la malcapitata di tutti gli oggetti in oro che aveva in casa, del valore di svariate migliaia di euro. I due soggetti, entrambi di età apparente sui cinquant’anni, sono ora ricercati dai carabinieri che si stanno occupando delle indagini e che hanno già mostrato alla derubata svariate foto segnaletiche. Non è infatti da escludere che i due possano provenire dal Biellese e non da fuori provincia come spesso accade.
 I due sconosciuti si sono fatti trascinare dal vortice del solito copione provato e riprovato al punto da diventare perfetto, non appena la signora di Pollone ha aperto la porta di casa. Dopo averle mostrato alcune scope, uno dei due ha chiesto se era possibile utilizzare il bagno. La signora, molto ospitale, ha fatto entrare lo sconosciuto ed è rimasta a parlare con il suo complice sulla soglia. In realtà il truffatore non si era recato in bagno bensì nella camera da letto dove, in men che non si dica, è riuscito ad aprire tutti i cassetti e a trovare gli oggetti in oro della padrona di casa. Subito dopo è tornato all’ingresso e i due si sono allontanati con passo svelto. Solo a quel punto la signora ha capito cos’era successo. L’allarme ai carabinieri è stato immediato, le pattuglie hanno battuto palmo a palmo sia Pollone che la zona di Sordevolo. Ma dei ladri-truffatori e del loro corposo bottino, non sono state per il momento trovate tracce.

Si sono spacciati per venditori di scope. Ne hanno anche mostrate alcune alla signora di Pollone, 64 anni, che ha aperto loro la porta. «No grazie, non ne ho bisogno», ha risposto cortese lei. I due, modi di fare comunque gentili, scaltri e smaliziati a dovere come da manuale del perfetto truffatore, sono lo stesso riusciti a derubare la malcapitata di tutti gli oggetti in oro che aveva in casa, del valore di svariate migliaia di euro. I due soggetti, entrambi di età apparente sui cinquant’anni, sono ora ricercati dai carabinieri che si stanno occupando delle indagini e che hanno già mostrato alla derubata svariate foto segnaletiche. Non è infatti da escludere che i due possano provenire dal Biellese e non da fuori provincia come spesso accade.
 I due sconosciuti si sono fatti trascinare dal vortice del solito copione provato e riprovato al punto da diventare perfetto, non appena la signora di Pollone ha aperto la porta di casa. Dopo averle mostrato alcune scope, uno dei due ha chiesto se era possibile utilizzare il bagno. La signora, molto ospitale, ha fatto entrare lo sconosciuto ed è rimasta a parlare con il suo complice sulla soglia. In realtà il truffatore non si era recato in bagno bensì nella camera da letto dove, in men che non si dica, è riuscito ad aprire tutti i cassetti e a trovare gli oggetti in oro della padrona di casa. Subito dopo è tornato all’ingresso e i due si sono allontanati con passo svelto. Solo a quel punto la signora ha capito cos’era successo. L’allarme ai carabinieri è stato immediato, le pattuglie hanno battuto palmo a palmo sia Pollone che la zona di Sordevolo. Ma dei ladri-truffatori e del loro corposo bottino, non sono state per il momento trovate tracce.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità