Cronaca

Vede gli agenti, getta la droga

Vede gli agenti, getta la droga
Cronaca 05 Gennaio 2018 ore 10:58

BIELLA - E’ ancora ufficialmente un richiedente asilo anche se la prima richiesta di rimanere in Italia gli è già stata respinta dall’apposita commissione ed è ora in attesa del responso del ricorso contro tale decisione. E’ stato però sorpreso dalla polizia con addosso poco più di due grammi di marijuana. Se è vero che il quantitativo è irrisorio e non meritevole di attenzione, è anche vero che la droga era suddivisa in due palline di cellophane, note in gergo come “dosi”. Erano pertanto pronte per essere spacciate, vendute a uno dei tanti assuntori di droga “leggera”. A fermare l’altro giorno alle 13 e 30 un nigeriano di 28 anni e a contestargli il reato di spaccio di droga, sono stati i poliziotti di una volante impegnati in un normale giro di perlustrazione a scopo preventivo. Il giovane africano è stato fermato lungo via Italia. Non appena ha visto avvicinarsi l’auto con le insegne della polizia, lo straniero è apparso subito nervoso, ha accelerato il passo e ha attirato l’attenzione dei due poliziotti che hanno deciso di avvicinarsi ulteriormente e di fermare quel giovane sospetto. Per tutta risposta, non appena la pattuglia si trovava ormai a pochi metri da lui, il nigeriano, con un gesto rapido, pensando di non essere visto, ha gettato i due involucri di cellophane contenenti la sostanza stupefacente. A quel punto per lui sono iniziati i guai. La droga è stata infatti recuperata e il giovane è stato portato in Questura dove nei suoi confronti è stata formalizzata la denuncia per detenzione e spaccio di droga.
BIELLA - E’ ancora ufficialmente un richiedente asilo anche se la prima richiesta di rimanere in Italia gli è già stata respinta dall’apposita commissione ed è ora in attesa del responso del ricorso contro tale decisione. E’ stato però sorpreso dalla polizia con addosso poco più di due grammi di marijuana. Se è vero che il quantitativo è irrisorio e non meritevole di attenzione, è anche vero che la droga era suddivisa in due palline di cellophane, note in gergo come “dosi”. Erano pertanto pronte per essere spacciate, vendute a uno dei tanti assuntori di droga “leggera”. A fermare l’altro giorno alle 13 e 30 un nigeriano di 28 anni e a contestargli il reato di spaccio di droga, sono stati i poliziotti di una volante impegnati in un normale giro di perlustrazione a scopo preventivo. Il giovane africano è stato fermato lungo via Italia. Non appena ha visto avvicinarsi l’auto con le insegne della polizia, lo straniero è apparso subito nervoso, ha accelerato il passo e ha attirato l’attenzione dei due poliziotti che hanno deciso di avvicinarsi ulteriormente e di fermare quel giovane sospetto. Per tutta risposta, non appena la pattuglia si trovava ormai a pochi metri da lui, il nigeriano, con un gesto rapido, pensando di non essere visto, ha gettato i due involucri di cellophane contenenti la sostanza stupefacente. A quel punto per lui sono iniziati i guai. La droga è stata infatti recuperata e il giovane è stato portato in Questura dove nei suoi confronti è stata formalizzata la denuncia per detenzione e spaccio di droga.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter