Menu
Cerca
la storia

Una vita tra discussioni e minacce: chi era Eugen Bejan, morto a Quaregna Cerreto

La vita storta di Eugen Bejan, 54 anni, finisce con un colpo di pistola un venerdì, sul ballatoio dell'appartamento che occupa nella corte del castello di Cerreto

Una vita tra discussioni e minacce: chi era Eugen Bejan, morto a Quaregna Cerreto
Cronaca Cossatese, 22 Febbraio 2021 ore 07:00

La vita storta di Eugen Bejan, 54 anni, finisce con un colpo di pistola un venerdì, sul ballatoio dell’appartamento che occupa nella corte del castello di Cerreto. In un abbraccio mortale con il carabiniere che aveva colpito con un bastone e inseguito impugnando un coltello. Quella tra i carabinieri e Bejan, che di mestiere lavorava in campagna, un carattere difficile, aggressivo e una propensione per il vino portata all’eccesso, era un rapporto lungo e difficile. Sono almeno 23 gli interventi che si contano da quando era andato a vivere a Cerreto, prima in un gruppo di case alla «Bardona», dove aveva discusso con tutti, sempre per futili motivi, minacciando donne e vicini, poi nel Castello di cui era diventato il custode, ma senza stipendio. Quando, spesso, si ubriacava, perdeva il controllo e chiamava il numero di emergenza, a volte quello del 118.

Il servizio completo in edicola oggi su Eco di Biella