Una stele e 400 piantine per i nuovi nati

Una stele e 400 piantine per i nuovi nati
Cronaca 22 Novembre 2016 ore 19:26

BIELLA – Il circolo culturale Su Nuraghe in collaborazione con l’Assessorato parchi e giardini della città di Biella ha organizzato domenica mattina il consueto appuntamento della “Festa degli alberi”, una cerimonia dedicata alla piantumazione di oltre 400 piantine (una per ogni nato) e all’inaugurazione della stele dedicata ai Nuovi Nati. Le piantine messe a disposizione da Forestas, Agenzia Forestale della Regione autonoma della Sardegna, oltre ad andare a ingrandire e abbellire il giardino mediterraneo che sorge alle porte della città, sono un simbolo per sensibilizzare le nuove generazioni; alla cerimonia, infatti, hanno partecipato scolari e studenti del Biellese. La manifestazione si è svolta a partire dalle 9,30 con una sfilata presso l’area monumentale Nuraghe Chervu. Poi l’omaggio alla stele di beola di Domodossola, proveniente dalle cave di “Mario Filipeddu”, dedicata “Ai nuovi nati”; è stata benedetta con il grano e con l’Acqua santa. Sulle note della Banda Musicale di Cossato, i Carabinieri della Compagnia di Biella hanno alzato il Tricolore, prima dell’omaggio floreale ai Caduti sardi e ai Caduti biellesi della Grande Guerra di cui ricorre il 100° anniversario. R.E.B. 

BIELLA – Il circolo culturale Su Nuraghe in collaborazione con l’Assessorato parchi e giardini della città di Biella ha organizzato domenica mattina il consueto appuntamento della “Festa degli alberi”, una cerimonia dedicata alla piantumazione di oltre 400 piantine (una per ogni nato) e all’inaugurazione della stele dedicata ai Nuovi Nati. Le piantine messe a disposizione da Forestas, Agenzia Forestale della Regione autonoma della Sardegna, oltre ad andare a ingrandire e abbellire il giardino mediterraneo che sorge alle porte della città, sono un simbolo per sensibilizzare le nuove generazioni; alla cerimonia, infatti, hanno partecipato scolari e studenti del Biellese. La manifestazione si è svolta a partire dalle 9,30 con una sfilata presso l’area monumentale Nuraghe Chervu. Poi l’omaggio alla stele di beola di Domodossola, proveniente dalle cave di “Mario Filipeddu”, dedicata “Ai nuovi nati”; è stata benedetta con il grano e con l’Acqua santa. Sulle note della Banda Musicale di Cossato, i Carabinieri della Compagnia di Biella hanno alzato il Tricolore, prima dell’omaggio floreale ai Caduti sardi e ai Caduti biellesi della Grande Guerra di cui ricorre il 100° anniversario. R.E.B. 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli