Un bando sul welfare generativo

Un bando sul welfare generativo
06 Aprile 2017 ore 15:10

BIELLA – Cambiare le modalità delle erogazioni a favore delle iniziative legate a sociale, volontariato, beneficenza e filantropia, assistenza agli anziani. E’ l’intento della Fondazione Cassa di Risparmio che domani sera, alle 17, nella sala seminari di Città Studi, presenterà ufficialmente il nuovo bando, arricchendo l’appuntamento dal titolo “Seminare comunità, dal welfare generativo al bando sociale per il Biellese” con importanti testimonianze. 
Aprirà l’appuntamento l’assessore regionale alle politiche sociali Augusto Ferrari, poi parlerà Tiziano Vecchiato, della Fondazione Zancam, sul “Welfare generativo e le sue potenzialità”. Interverrà poi Tiziana Ciampolini del Comitato S-Nodi su “Buone prassi di generatività nel contrasto alla povertà”. Si procederà poi all’ascolto di esperienze di giovani biellesi nell’ambito del progetto “Comunità che innovano” e poi la presentazione vera e propria del bando della Fondazione Cassa di Risparmio e di Banca Simetica. 
 «Innovazione, sostenibilità economica nel tempo e capacità di fare rete. Sono questi i tre obiettivi che come Fondazione – spiega la vicepresidente Paola Garbella – ci siamo imposti. Il bando sul sociale è destinato principalmente a soggetti fragili e il nostro auspicio è che i soggetti che si occupano di questi temi si mettano insieme per proporre progetti nuovi che migliorano la vita delle persone assistite. E per dare il buon esempio in termini di rete la Fondazione Cassa di Risparmio è insieme a Banca Simetica in questo frangente». 

I soggetti destinatari dei contributi devono essere organizzati e formalmente costituiti per atto pubblico, per scrittura autenticata o per scrittura privata registrata e devono operare nei settori di intervento della Fondazione. La Fondazione Cassa di Risparmio di Biella e Banca Simetica ritengono necessario ispirare nuove politiche sociali territorialmente coordinate volte a contrastare o prevenire le situazioni di disagio economico e le marginalità che interessano categorie sempre più ampie della popolazione. Particolare attenzione verrà data alle linee guida regionali sulla coesione sociale individuate dal documento della regione Piemonte “Coniugare coesione sociale, welfare e sviluppo economico in una prospettiva locale ed europea”. Nel Biellese sono presenti molteplici iniziative e attività volte a sostenere le fasce deboli della popolazione, realizzate con tipologie di progetti con caratteristiche diverse, che possono diventare un punto di partenza per intraprendere interventi volti ad un percorso di miglioramento delle situazioni di disagio presenti sul territorio. La Fondazione e Banca Simetica, per aumentare l’efficacia dei suddetti interventi e delle politiche sociali a beneficio dell’intera collettività, daranno particolare rilevanza a progetti che intendano realizzare il welfare generativo in grado di rigenerare le risorse già disponibili, responsabilizzando le persone che ricevono aiuto. I progetti presentati dovranno partire dal 1° ottobre 2017 e dovranno terminare ed essere rendicontati entro e non oltre il 31 marzo 2019. Il tutto entro le 16 del 30 giugno. 

II contributo massimo erogabile per ogni singola richiesta presentata, deliberato ad insindacabile giudizio della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella e di Banca Simetica, non potrà essere superiore a 15mila euro. Per la presentazione delle richieste è necessario collegarsi al servizio di compilazione on line disponibile sul sito (www.fondazionecrbiella.it) e compilare l’apposito modulo “Seminare Comunità”.
E.P. 

BIELLA – Cambiare le modalità delle erogazioni a favore delle iniziative legate a sociale, volontariato, beneficenza e filantropia, assistenza agli anziani. E’ l’intento della Fondazione Cassa di Risparmio che domani sera, alle 17, nella sala seminari di Città Studi, presenterà ufficialmente il nuovo bando, arricchendo l’appuntamento dal titolo “Seminare comunità, dal welfare generativo al bando sociale per il Biellese” con importanti testimonianze. 
Aprirà l’appuntamento l’assessore regionale alle politiche sociali Augusto Ferrari, poi parlerà Tiziano Vecchiato, della Fondazione Zancam, sul “Welfare generativo e le sue potenzialità”. Interverrà poi Tiziana Ciampolini del Comitato S-Nodi su “Buone prassi di generatività nel contrasto alla povertà”. Si procederà poi all’ascolto di esperienze di giovani biellesi nell’ambito del progetto “Comunità che innovano” e poi la presentazione vera e propria del bando della Fondazione Cassa di Risparmio e di Banca Simetica. 
 «Innovazione, sostenibilità economica nel tempo e capacità di fare rete. Sono questi i tre obiettivi che come Fondazione – spiega la vicepresidente Paola Garbella – ci siamo imposti. Il bando sul sociale è destinato principalmente a soggetti fragili e il nostro auspicio è che i soggetti che si occupano di questi temi si mettano insieme per proporre progetti nuovi che migliorano la vita delle persone assistite. E per dare il buon esempio in termini di rete la Fondazione Cassa di Risparmio è insieme a Banca Simetica in questo frangente». 

I soggetti destinatari dei contributi devono essere organizzati e formalmente costituiti per atto pubblico, per scrittura autenticata o per scrittura privata registrata e devono operare nei settori di intervento della Fondazione. La Fondazione Cassa di Risparmio di Biella e Banca Simetica ritengono necessario ispirare nuove politiche sociali territorialmente coordinate volte a contrastare o prevenire le situazioni di disagio economico e le marginalità che interessano categorie sempre più ampie della popolazione. Particolare attenzione verrà data alle linee guida regionali sulla coesione sociale individuate dal documento della regione Piemonte “Coniugare coesione sociale, welfare e sviluppo economico in una prospettiva locale ed europea”. Nel Biellese sono presenti molteplici iniziative e attività volte a sostenere le fasce deboli della popolazione, realizzate con tipologie di progetti con caratteristiche diverse, che possono diventare un punto di partenza per intraprendere interventi volti ad un percorso di miglioramento delle situazioni di disagio presenti sul territorio. La Fondazione e Banca Simetica, per aumentare l’efficacia dei suddetti interventi e delle politiche sociali a beneficio dell’intera collettività, daranno particolare rilevanza a progetti che intendano realizzare il welfare generativo in grado di rigenerare le risorse già disponibili, responsabilizzando le persone che ricevono aiuto. I progetti presentati dovranno partire dal 1° ottobre 2017 e dovranno terminare ed essere rendicontati entro e non oltre il 31 marzo 2019. Il tutto entro le 16 del 30 giugno. 

II contributo massimo erogabile per ogni singola richiesta presentata, deliberato ad insindacabile giudizio della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella e di Banca Simetica, non potrà essere superiore a 15mila euro. Per la presentazione delle richieste è necessario collegarsi al servizio di compilazione on line disponibile sul sito (www.fondazionecrbiella.it) e compilare l’apposito modulo “Seminare Comunità”.
E.P. 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno