Cronaca

Ubriaco: sigilli al trattore

Ubriaco: sigilli al trattore
Cronaca 03 Maggio 2012 ore 12:24

Era ubriaco l’agricoltore che domenica sera ha rischiato la vita finendo fuori strada con il suo trattore dopo aver partecipato a una manifestazione a Portula. Lo hanno stabilito gli esami etilometrici ordinati dai carabinieri. L’agricoltore, Bruno B., 42 anni, di Sostegno, è stato alla fine denunciato per guida in stato di ebbrezza. Considerato che i valori erano di 2,4 grammi di alcol per litro di sangue (quasi cinque volte superiori al limite consentito), il trattore agricolo è stato sottoposto a sequestro.

Sono passate ore prima che i soccorsi raggiungessero il luogo dov’è avvenuto l’incidente. L’agricoltore stava percorrendo una strada secondaria in territorio di Villa del Bosco. Si stava dirigendo verso casa quando ha perso il controllo del trattore che è uscito di strada. Il fato ha voluto che il mezzo agricolo si infilasse tra due alberi e si inclinasse solo un poco, di lato, senza però ribaltarsi. Il suo conducente, per fortuna ferito solo in modo lieve, è stato sbalzato fuori dall’abitacolo ed è rimasto incastrato con una gamba fino all’arrivo dei Vigili del fuoco del distaccamento volontario di Ponzone che lo hanno liberato. Con loro sono arrivati anche i carabinieri di Cossato e un’ambulanza del “118”. L’agricoltore è stato portato in ospedale a Biella dove è stato medicato e subito dimesso con prognosi di una decina di giorni.
V.Ca.