Cronaca

Ubriaco perso impegna un esercito di soccorritori

Ubriaco perso impegna un esercito di soccorritori
Cronaca 03 Luglio 2015 ore 19:08

Carabinieri, ambulanza, Vigili del fuoco, medici e infermieri del Pronto soccorso: sono tutti rimasti impegnati per ore per colpa di un ubriaco che ha iniziato a infastidire passanti e clienti del bar del parco Rovere a Piedicavallo  e, intorno a mezzanotte e mezza, dopo che ne aveva combinate di tutti i colori, è finito in ospedale con un “trattamento sanitario obbligatorio”. E’ sempre lui, Flavio F.F., 68 anni, di Sagliano Micca, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti non da poco alle spalle.
Erano le 20 quando è arrivata la prima richiesta d’intervento da Piedicavallo dove l’uomo, dopo aver esagerato come spesso accade con le bevande alcoliche, stava dando fastidio a chiunque gli capitasse a tiro. Mentre stavano arrivando i carabinieri, un amico di Flavio F.F., se l’è caricato in macchina e l’ha riportato a casa. Non è finita qui. Come già avvenuto altre volte in passato, il pregiudicato ha iniziato a telefonare di continuo al numero d’emergenza “118” insultando medici e operatori. Poco prima delle 23, un’ambulanza è stata inviata a casa dell’uomo, seguita da una pattuglia dei carabinieri e da un mezzo dei Vigili del fuoco. Flavio F.F. si era barricato in casa. Alla fine ha rifiutato il trasporto al Pronto soccorso e i mezzi di soccorso sono tornati alla base. Almeno sino a mezzanotte e mezza quando i carabinieri hanno eseguito il “Tso” e hanno portato l’uomo in ospedale.
V.Ca.


Carabinieri, ambulanza, Vigili del fuoco, medici e infermieri del Pronto soccorso: sono tutti rimasti impegnati per ore per colpa di un ubriaco che ha iniziato a infastidire passanti e clienti del bar del parco Rovere a Piedicavallo  e, intorno a mezzanotte e mezza, dopo che ne aveva combinate di tutti i colori, è finito in ospedale con un “trattamento sanitario obbligatorio”. E’ sempre lui, Flavio F.F., 68 anni, di Sagliano Micca, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti non da poco alle spalle.
Erano le 20 quando è arrivata la prima richiesta d’intervento da Piedicavallo dove l’uomo, dopo aver esagerato come spesso accade con le bevande alcoliche, stava dando fastidio a chiunque gli capitasse a tiro. Mentre stavano arrivando i carabinieri, un amico di Flavio F.F., se l’è caricato in macchina e l’ha riportato a casa. Non è finita qui. Come già avvenuto altre volte in passato, il pregiudicato ha iniziato a telefonare di continuo al numero d’emergenza “118” insultando medici e operatori. Poco prima delle 23, un’ambulanza è stata inviata a casa dell’uomo, seguita da una pattuglia dei carabinieri e da un mezzo dei Vigili del fuoco. Flavio F.F. si era barricato in casa. Alla fine ha rifiutato il trasporto al Pronto soccorso e i mezzi di soccorso sono tornati alla base. Almeno sino a mezzanotte e mezza quando i carabinieri hanno eseguito il “Tso” e hanno portato l’uomo in ospedale.
V.Ca.


Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter