Cronaca

Ubriaco da record, condanna esemplare

Ubriaco da record, condanna esemplare
Cronaca 21 Dicembre 2017 ore 18:29

L’etilometro aveva stabilito un record quando sul display era comparso un incredibile 4,9 grammi di alcol per litro di sangue, otto volte superiore al limite massimo consentito per legge di 0,5. Dieci minuti dopo, alla seconda prova il tasso alcolico era 4,25. L’automobilista era stato fermato dalla Polizia municipale solo perché, in quelle condizioni, aveva provocato un incidente stradale. Poteva finire peggio, ma per fortuna nessuno si era fatto male.
Era il pomeriggio del 22 dicembre di tre anni fa. Nei giorni scorsi, Matteo Cerruti, 49 anni, di Camandona, avrebbe dovuto comparire davanti al giudice Pietro Brovarone per il processo. Alla fine ha preferito lasciare il compito di chiedere il patteggiamento al proprio difensore, che ha proposto e ottenuto l’applicazione di una pena finale di un anno e quattro mesi di arresto più 4.000 euro di ammenda con la pena sospesa per due anni. Il giudice ha inoltre disposto la revoca della patente e la confisca e la vendita dell'auto dell'imputato.
V.Ca. 
Leggi di più sull'Eco di Biella in edicola

L’etilometro aveva stabilito un record quando sul display era comparso un incredibile 4,9 grammi di alcol per litro di sangue, otto volte superiore al limite massimo consentito per legge di 0,5. Dieci minuti dopo, alla seconda prova il tasso alcolico era 4,25. L’automobilista era stato fermato dalla Polizia municipale solo perché, in quelle condizioni, aveva provocato un incidente stradale. Poteva finire peggio, ma per fortuna nessuno si era fatto male.
Era il pomeriggio del 22 dicembre di tre anni fa. Nei giorni scorsi, Matteo Cerruti, 49 anni, di Camandona, avrebbe dovuto comparire davanti al giudice Pietro Brovarone per il processo. Alla fine ha preferito lasciare il compito di chiedere il patteggiamento al proprio difensore, che ha proposto e ottenuto l’applicazione di una pena finale di un anno e quattro mesi di arresto più 4.000 euro di ammenda con la pena sospesa per due anni. Il giudice ha inoltre disposto la revoca della patente e la confisca e la vendita dell'auto dell'imputato.
V.Ca. 
Leggi di più sull'Eco di Biella in edicola

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter