Cronaca
SEGNALAZIONE

Truffe telefoniche nel Biellese: "Mamma, sono in ospedale. Prepara i soldi per le cure"

In questi giorni, alcune chiamate sospette sono arrivate a persone anziane che risiedono tra Brusnengo e Roasio.

Truffe telefoniche nel Biellese: "Mamma, sono in ospedale. Prepara i soldi per le cure"
Cronaca Cossatese, 20 Novembre 2021 ore 16:00

La truffa è stata segnalata in altre parti d'Italia già un anno fa. In questi giorni, alcune telefonate sospette sono arrivate a persone anziane che risiedono tra Brusnengo e Roasio.

 Le telefonate

Tutto inizia con la telefonata di una finta figlia (o nipote) che chiede denaro all’anziana madre (o nonna) perché - a suo dire - è stata ricoverata in quanto contagiata dal Covid-19 e bisognosa di cure costose.

I truffatori invitano, allora, gli anziani a preparare denaro o monili preziosi precisando che verranno incaricati un’infermiera o un addetto dell’ospedale, chiaramente finti, di andare a casa a ritirare il tutto, indispensabile per pagare le cure specialistiche.

Tra gli ospedali citati nelle chiamate fasulle, l'ospedale di Novara, che si era trovato nella condizione di negare simili procedure, dato che nessun addetto in alcun modo si presta a simili servizi, né chiede soldi per telefono.

Chi dovesse ricevere simili telefonate avvisi le forze dell’ordine.