Cronaca

Tornava da Novara con le sigarette di contrabbando

Tornava da Novara con le sigarette di contrabbando
Cronaca 02 Dicembre 2017 ore 14:22

Tornava con il treno proveniente da Novara e, in una valigetta 24 ore, aveva due stecche di sigarette di contrabbando. E’ però stato scoperto e denunciato dalla Polizia. Ora A.R., 27 anni, residente a Ponderano, dovrà rispondere, appunto, dell’accusa di contrabbando: un reato depenalizzato appena un anno fa, nel settembre del 2016.
L’episodio che vede coinvolto il giovane ponderanese è successo venerdì. Il controllo al giovane da parte del personale in forza alla Questura di Biella fa parte dei servizi periodici messi quotidianamente in campo dagli agenti della squadra Volanti che, con costanza, ispeziona anche stazioni, fermate dell’autobus, e luoghi di aggregazione. Quando i poliziotti hanno visto il giovane scendere dal treno con in mano quella valigetta, hanno subito notato il suo palese nervosismo. Lo hanno fermato per un controllo, poi gli hanno chiesto di aprire la 24ore. Ed è a quel punto che gli agenti hanno trovato le due stecche di sigarette di contrabbando. Nei suoi confronti è scattata la segnalazione all’autorità giudiziaria.
    Sempre ieri gli stessi poliziotti hanno denunciato anche I.D., 239 anni, di Biella, perché, nonostante fosse sottoposto agli arresti in casa per motivi legati allo spaccio di droga, è stato trovato a spasso lungo via Maccallé. Nei guai è finito anche P.A., 39 anni, anche lui residente in città che, alla vista degli agenti ha buttato dietro a un cespuglio un involucro contenente quasi sette grammi di hashish. Gli agenti hanno poi deciso di proseguire a casa sua la perquisizione. All’interno dell’abitazione hanno trovato un bilancino di precisione, e altri due involucri contenenti un minimo quantitativo droga. Nei suoi confronti è scattata la denuncia per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Sh.C.

Tornava con il treno proveniente da Novara e, in una valigetta 24 ore, aveva due stecche di sigarette di contrabbando. E’ però stato scoperto e denunciato dalla Polizia. Ora A.R., 27 anni, residente a Ponderano, dovrà rispondere, appunto, dell’accusa di contrabbando: un reato depenalizzato appena un anno fa, nel settembre del 2016.
L’episodio che vede coinvolto il giovane ponderanese è successo venerdì. Il controllo al giovane da parte del personale in forza alla Questura di Biella fa parte dei servizi periodici messi quotidianamente in campo dagli agenti della squadra Volanti che, con costanza, ispeziona anche stazioni, fermate dell’autobus, e luoghi di aggregazione. Quando i poliziotti hanno visto il giovane scendere dal treno con in mano quella valigetta, hanno subito notato il suo palese nervosismo. Lo hanno fermato per un controllo, poi gli hanno chiesto di aprire la 24ore. Ed è a quel punto che gli agenti hanno trovato le due stecche di sigarette di contrabbando. Nei suoi confronti è scattata la segnalazione all’autorità giudiziaria.
    Sempre ieri gli stessi poliziotti hanno denunciato anche I.D., 239 anni, di Biella, perché, nonostante fosse sottoposto agli arresti in casa per motivi legati allo spaccio di droga, è stato trovato a spasso lungo via Maccallé. Nei guai è finito anche P.A., 39 anni, anche lui residente in città che, alla vista degli agenti ha buttato dietro a un cespuglio un involucro contenente quasi sette grammi di hashish. Gli agenti hanno poi deciso di proseguire a casa sua la perquisizione. All’interno dell’abitazione hanno trovato un bilancino di precisione, e altri due involucri contenenti un minimo quantitativo droga. Nei suoi confronti è scattata la denuncia per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Sh.C.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter