Cronaca
sequestrato un arsenale

Testimoni di Geova accolti a fucilate (in aria) da un 72enne biellese

L'uomo, infastidito dai religiosi che si sono presentati alla sua porta ha imbracciato il fucile ed esploso un colpo. I due testimoni di Geova si sono poi recati ai carabinieri

Testimoni di Geova accolti a fucilate (in aria) da un 72enne biellese
Cronaca 19 Gennaio 2023 ore 15:31

Infastidito dalla presenza di un paio di Testimoni di Geova aveva imbracciato un fucile ed esploso un colpo in aria per intimidirli e quindi allontanarsi. Il risultato è stato raggiunto, solo che i due religiosi lasciata la sua abitazione in fretta e furia hanno raggiunto la vicina caserma dei carabinieri e formalizzato una denuncia per minacce.

Un colpo in aria a scopo intimidatorio

L'episodio risale a una decina di giorni fa, 7 gennaio, ma è stato reso noto solo oggi dai Carabinieri della Stazione di Cavaglià, che hanno proceduto oltre a denunciare l'uomo, di Viverone, 72 anni (classe '50), per minaccia grave ed esplosioni pericolose, anche a sequestrargli un piccolo arsenale.

"Il 7 gennaio 2023, nel pomeriggio - fanno sapere dall'Arma - il prevenuto, infastidito dalla presenza di due uomini, presentatisi presso la sua abitazione quali “Testimoni di Geova” esplodeva un colpo in aria, con un'arma da fuoco, al fine di allontanare i religiosi. I Carabinieri della Stazione di Cavaglià, a scopo cautelare, successivamente ai fatti ritiravano allo stesso le seguenti armi / munizioni, regolarmente detenute, e la relativa licenza di porto d’armi ad uso caccia, in corso di validità: 2 fucili sovrapposti cal. 12; un fucile doppietta cal. 12; un fucile  semiautomatico cal.12; una carabina flobert cal. 9; 16 munizioni cal. 12".

WhatsApp Image 2023-01-19 at 15.07.01
Foto 1 di 2
WhatsApp Image 2023-01-19 at 15.06.34 (1)
Foto 2 di 2
Seguici sui nostri canali