dal tribunale

Tentò di uccidere il fratello si giustifica: “Mi sono difeso”

Chiesta una condanna otto anni e mezzo di reclusione per Khalid Lamane, 43 anni, di Chiavazza.

Tentò di uccidere il fratello si giustifica: “Mi sono difeso”
Biella Città, 13 Febbraio 2020 ore 07:38

Tentò di uccidere il fratello si giustifica: “Mi sono difeso”. Chiesta una condanna otto anni e mezzo di reclusione per Khalid Lamane, 43 anni, di Chiavazza.

Tentò di uccidere il fratello si giustifica: “Mi sono difeso”

Il Pubblico ministero ha chiesto una condanna otto anni e mezzo di reclusione, ieri mattina, al termine del processo con rito abbreviato (sulla base degli atti), il marocchino Khalid Lamane, 43 anni, di Chiavazza, accusato del tentato omicidio del fratello Ahmed, 46 anni, di Cossato, che da tempo ha ottenuto la cittadinanza italiana, dopo un furioso litigio scoppiato per motivi economici.

Leggi l’articolo completo su Eco di Biella in edicola oggi, giovedì 13 febbraio

LEGGI ANCHE ALTRE NOTIZIE NELLA HOME

SU FACEBOOK ISCRIVITI AL NOSTRO GRUPPO PRIMA BIELLA

SU TWITTER SEGUI @ECODIBIELLA

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno