Telecamere e sicurezza, in arrivo il nuovo bando

Palazzo Oropa darà in gestione il servizio per dieci anni.

Telecamere e sicurezza, in arrivo il nuovo bando
Biella Città, 27 Aprile 2018 ore 10:16

Telecamere e sicurezza a Biella. E’ in arrivo il nuovo bando per la gestione decennale della videosorveglianza in  città.

Telecamere e sicurezza, la consulenza

Quello della sicurezza è uno dei temi più sentiti anche in città. La prova, se ce n’era bisogno è arrivata durante gli incontri itineranti della giunta comunale nei quartieri dalla città. Tutti quanti hanno avanzato questo tipo di richiesta: maggiore sicurezza e più controlli sul territorio. Se da una parte i controlli sono aumentati, dall’altra c’è ancora da fare. Perché le telecamere che sono state piazzate nei vari punti strategici della città, proprio per vigilare e per fare da deterrente, sono ormai obsolete. Soprattutto per quanto riguarda la parte software, ossia quella informatica. Ecco che allora il Comune, ora corre ai ripari. E lo fa prendendo in considerazione anche le telecamere che vigilano sui varchi delle varie zone a traffico limitato presenti in città.

Le decisioni di Palazzo Oropa

Proprio in questi giorni è stata pubblicata una determina da parte del settore della Polizia municipale. Che va ad impegnare 3.500 euro circa. Affidando allo studio ingegner architetto Generoso De Rienzo, la consulenza e l’attività professionale per la predisposizione del capitolato e del bando di gara. Per la gestione e la manutenzione del sistema di videosorveglianza e ztl installato nel territorio comunale. Leggendo poi il documento si scopre che l’attuale servizio di videosorveglianza è dotato di telecamere installate in punti strategici del territorio. Quali vie di accesso e luogni di maggiore frequentazione sia pedonale sia vaibilistica. Le immagini trasmesse da queste telecamere vengono inviate alla centrale operativa. Collocata al Comando di Polizia locale per garantire la sicurezza e la gestione del pronto intervento al verificarsi di casi di necessità. Per prevenire atti vandalici e per tutelare la cittadinanza nei casi di microcriminalità.

Il sistema attuale è ormai obsoleto

Ad oggi, però, la città è dotata di un sistema di videosorveglianza ormai obsoleto. E non più adeguato alla crescente richiesta di sicurezza. Ad esso, inoltre, si sono aggiunte nel tempo altre postazioni di videosorveglianza non gestite dal medesimo software e non collegate tra di loro. Fatte queste premesse si è ritenuto di procedere all’individuazione di una qualificata ditta. Alla quale affidare, dietro corrispettivo canone annuo, la gestione per dieci anni dell’intero sistema di videosorveglianza, implementandolo a seconda delle necessità che potrebbero emergere, e del sistema di controllo degli accessi in zona a traffico limitato. Il tutto garantendo un ammodernamento mediante sostituzione delle parti non più funzionanti o comunque tecnicamente obsolete. Proprio per questo motivo il settore della polizia municipale, vista la delicatezza dell’argomento, ha deciso di avviare una consulenza per giungere alla stesura del bando che presto verrà pubblicato. Poi Biella avrà un sistema di videosorveglianza più funzionale alle esigenze e alla richieste dei cittadini.
Enzo Panelli

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità