Cronaca

Sulle tracce del truffatore delle monetine

Sulle tracce del truffatore delle monetine
Cronaca 02 Settembre 2015 ore 09:13

Potrebbe avere le ore contate il truffatore “delle monetine” che negli ultimi giorni ha messo a segno parecchi colpi nei parcheggi dei supermercati del Biellese. Potrebbe avere le ore contate dopo che sabato è stato visto allontanarsi a bordo di una Alfa Romeo di colore grigio da Vigliano Biellese, dopo che le urla di una donna lo avevano messo in fuga prima che riuscisse a impossessarsi degli oggetti personali della signora. Ad aiutarla, tra l’altro, è intervenuto anche un medico del paese, nonché ex vicesindaco, Enrico Conchin, che ha anche rischiato di essere preso sotto dal truffatore in fuga. Su quanto accaduto stanno ora indagando i carabinieri che stanno cercare di risalire all’identità dell’uomo. A chiamare i militari ci hanno pensato alcune persone che hanno assistito alla scena. Potrebbe dunque avere le ore contate l’uomo che, con il metodo delle monetine, ha già colpito in diversi luoghi del Biellese. 

Pochi minuti prima dell’ultima tentata truffa, tra l’altro, i carabinieri avevano ricevuto una richiesta di aiuto da parte di un’altra donna alla quale, con la stessa scusa delle monetine, era stata sottratta la borsa, con tanto di documenti, dalla vettura parcheggiata di fronte all’Obi, a Ponderano. Tutti gli indizi fanno pensare che sia la stessa persona l’autore del raggiro. 

E.P.

Potrebbe avere le ore contate il truffatore “delle monetine” che negli ultimi giorni ha messo a segno parecchi colpi nei parcheggi dei supermercati del Biellese. Potrebbe avere le ore contate dopo che sabato è stato visto allontanarsi a bordo di una Alfa Romeo di colore grigio da Vigliano Biellese, dopo che le urla di una donna lo avevano messo in fuga prima che riuscisse a impossessarsi degli oggetti personali della signora. Ad aiutarla, tra l’altro, è intervenuto anche un medico del paese, nonché ex vicesindaco, Enrico Conchin, che ha anche rischiato di essere preso sotto dal truffatore in fuga. Su quanto accaduto stanno ora indagando i carabinieri che stanno cercare di risalire all’identità dell’uomo. A chiamare i militari ci hanno pensato alcune persone che hanno assistito alla scena. Potrebbe dunque avere le ore contate l’uomo che, con il metodo delle monetine, ha già colpito in diversi luoghi del Biellese. 

Pochi minuti prima dell’ultima tentata truffa, tra l’altro, i carabinieri avevano ricevuto una richiesta di aiuto da parte di un’altra donna alla quale, con la stessa scusa delle monetine, era stata sottratta la borsa, con tanto di documenti, dalla vettura parcheggiata di fronte all’Obi, a Ponderano. Tutti gli indizi fanno pensare che sia la stessa persona l’autore del raggiro. 

E.P.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter