STOP ALLE VISITE PARENTI

Stretta dell’Asl di Biella. Visite vietate in Ospedale

Decisione dettata dal "quadro epidemiologico presente sul territorio biellese, che vede proseguire la diffusione dei contagi da covid-19: necessario rafforzare il più possibile il livello di protezione dei ricoverati"

Stretta dell’Asl di Biella. Visite vietate in Ospedale
Biella Città, 13 Novembre 2020 ore 17:24

Con un provvedimento che entrerà in vigore a partire da lunedì 16 novembre, l’Asl di Biella ha disposto la “sospensione delle visite di persona ai pazienti ricoverati in ospedale”. Una decisione sulla quale ha influito evidentemente il drammatico bollettino di oggi, con altri 7 morti e quasi 300 contagi da Covid 19.

Ultimi due giorni, sabato e domenica, per visitare i parenti in Ospedale. Poi lo stop

“Il personale di reparto in questi giorni  fornirà le indicazioni operative ai familiari” sottoline l’Asl nella nota che annuncia la stretta sulle visite ai pazienti, vietate a partire da lunedì prossimo.

Oltre ai degenti presenti in ospedale per covid, sono tuttora ricoverati circa duecento pazienti per patologie di ambito medico o chirurgico all’Ospedale di Biella. “Alla luce del quadro epidemiologico presente sul territorio biellese, che vede proseguire la diffusione dei contagi da covid-19, si rende necessario rafforzare il più possibile il livello di protezione di questi reparti, a beneficio di tutti coloro che vi sono ricoverati.

“Decisione in linea con altri ospedali piemontesi”

Analogamente a quanto disposto da tempo in altri presidi piemontesi, è stata prevista da lunedì 16 novembre 2020 la sospensione delle visite anche per i reparti non covid (Ortopedia e Traumatologia, Chirurgia Vascolare, Chirurgia, Urologia, Ginecologia e Medicina e Oncologia). Per le aree di Pediatria e Ostetricia verranno concordati accessi che permettano alle mamme di stare accanto ai loro bambini ricoverati e alle partorienti di prevedere quanto più possibile la presenza del padre del nascituro / neonato.

Il personale sta provvedendo a fornire ai familiari tutte le indicazioni utili per il cambio della biancheria e per la comunicazione sulle condizioni di salute dei pazienti. Durante questo fine settimana saranno ancora consentiti gli accessi: 1 familiare per degente munito di pass e negli orari previsti.

Sia per i reparti non covid che per quelli covid, da lunedì prossimo pomeriggio, negli orari indicati nell’informativa, sarà possibile effettuare la consegna e il ritiro della biancheria e degli effetti personali dei pazienti ricoverati recandosi fuori dall’ingresso del reparto e attendendo l’arrivo di un operatore negli orari predefiniti. L’accesso in ospedale per la consegna è consentito a 1 sola persona.

In caso di ricovero programmato da 1 a 7 giorni sarà comunicato in anticipo ai pazienti di portare un adeguato numero di cambi per il numero di giorni di degenza previsti.

“L’Azienda Sanitaria assicura che la sospensione delle visite sarà revocata, non appena l’andamento epidemiologico sul territorio lo consentirà. Per chi avesse difficoltà o si trovasse nell’impossibilità di effettuare spostamenti, è tuttora attivo il servizio di trasporto e consegna a cura della Protezione Civile”.

“Si ringraziano fin da ora i cittadini per la cortese collaborazione – conclude la nota dell’Asl – L’Ufficio Comunicazione e URP è a disposizione per ogni eventuale chiarimento o difficoltà, allo 015-15153968 e al seguente indirizzo email urp@aslbi.piemonte.it”.

_____________________

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità