a graglia

Sposarsi in Comune ora costa di più

Da ieri sposarsi con rito civile, a Graglia, è diventato più caro.

Sposarsi in Comune ora costa di più
Elvo, 02 Marzo 2020 ore 17:00

Sposarsi in Comune ora costa di più.

Succede a Graglia

Per la prima volta nella storia, nel 2018, in Italia, i matrimoni celebrati con rito civile hanno superato quelli con rito religioso: sono stati il 50,1% (98.182, circa 8mila in più rispetto al 2008), contro il 2,3% del 1970, con una netta prevalenza al Nord (63,9%) rispetto al Sud (30,4%). L’indagine diffusa dall’Istat nel novembre dello scorso anno, ha evidenziato che concorrere al “sorpasso” hanno contribuito soprattutto le seconde nozze (per le prime nozze si continua a optare in maggioranza per il “sì” in chiesa) e i matrimoni con almeno uno sposo straniero.  Nemmeno a Graglia, nel suo piccolo, si sottrae a questo trend. Negli ultimi tempi il comune biellese ha visto crescere il numero di matrimoni celebrati con il rito civile: circa 7-8 lo scorso anno, contro i 2-3 con rito religioso, poi trascritti nei registri comunali.  

Le nuove tariffe

Da ieri, tuttavia, sposarsi con rito civile, a Graglia, è diventato più caro. Tenendo conto del <<notevole numero di richieste di celebrazione di matrimoni civili che pervengono in Comune>>, la giunta comunale ha <<ritenuto opportuno e necessario procedere ad un adeguamento delle tariffe delle celebrazioni matrimoniali, per le mutate condizioni ed esigenze che nel tempo si sono venute a realizzare, anche perché – come si legge nella delibera – il Comune, nel permettere la celebrazione del matrimonio civile fuori dall’orario d’ufficio, viene a sostenere costi non recuperabili>>. Dunque, dal 1° marzo i residenti pagheranno 50 euro per unirsi in matrimonio negli orari di servizio dal lunedì al venerdì (in precedenza la tariffa era di 30 euro) e 120 euro per poterlo fare il sabato, la domenica e nei giorni festivi (contro i precedenti 50 euro, con un aumento del 140%). Tariffe in crescita fino a poco più dell’80% per i non residenti: in questo caso la cifra richiesta sarà di 100 euro se la celebrazione avrà luogo negli orari di servizio del Comune, dal lunedì al venerdì, e di 220 euro per il fine settimana e nei giorni festivi (precedentemente si spendevano, rispettivamente, 70 e 120 euro).

ECO DI BIELLA EDIZIONE DIGITALE la tua copia a 0,99 euro

LE ALTRE NOTIZIE NELLA HOME

SU FACEBOOK ISCRIVITI AL NOSTRO GRUPPO prima BIELLA

SU TWITTER SEGUI @ecodibiella

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno