E' caccia all'incendiario

Spento l’incendio doloso del Mombarone: indagano i Carabinieri forestali

Appiccati più focolai a ridosso del bosco. Fiamme spente dall'Aib e dall'elicottero dei Vigili del fuoco.

Spento l’incendio doloso del Mombarone: indagano i Carabinieri forestali
Elvo, 07 Aprile 2020 ore 17:15

Spento l’incendio doloso del Mombarone: indagano i Carabinieri forestali.

Ci ha pensato l’elicottero

Nemmeno l’emergenza coronavirus ferma le fiamme in montagna. Nella giornate di domenica e di lunedì, le squadre del distaccamento di Biella del Corpo antincendi boschivi del Piemonte sono entrate in azione per un incendio scoppiato nei pressi dell’Alpe Cavanna, nella zona del Mombarone, al confine tra Torinese e Biellese (nella foto i diversi focolai). Ci ha poi pensato l’elicottero, considerata la zona molto impervia, a spegnere le fiamme.

Incendio con più focolai: è dolo

Non può che trattarsi che di incendio doloso. Sarebbero stati accesi, infatti, almeno cinque o sei focolai per fare in modo che il rogo potesse attecchire nel migliore dei modi. E’ una pratica arcaica utilizzata da alcuni allevatori spinti dall’errata convinzione che il fuoco possa bruciare l’erba secca per far rinascere quella nuova e verde in primavera più forte e rigogliosa. Ciò nonostante sia ormai stato provato che il fuoco, in realtà, danneggi il terreno e lo impoverisca delle sostanze nutritive.

L’intervento

Oltre agli Aib, sono arrivati anche i Vigili del Fuoco e i Carabinieri forestali a cui spetta il compito di indagare e trovare finalmente l’autore di tutti i roghi che vengono appiccati nell’Alta Valle Elvo e nella zona del Tracciolino.

Grandi investigatori

Gli stessi Carabinieri forestali del Nucleo operativo, hanno già risolto i casi più difficili degli ultimi anni, con la denuncia di tutti gli autori (e in un caso condanna a cinque anni e mezzo), dal grande incendio della Valsessera a quello della Baraggia passando dai roghi della Valle Oropa. All’appello, appunto, mancano solo gli incendi dolosi del Tracciolino.

Anche a Favaro

Sabato, intanto, si è registrato un allarme al Favaro di Biella per la presenza di due piccoli focolai. Sono intervenuti i Vigili del Fuoco che, in breve tempo, hanno domato l’incendio che stava bruciando per fortuna solo sterpaglie anche se nelle vicinanza c’era un bosco e le fiamme avrebbero potuto raggiungerlo e provocare un disastro.

V.Ca.

ECO DI BIELLA EDIZIONE DIGITALE la tua copia a 0,99 euro

LE ALTRE NOTIZIE NELLA HOME

SU FACEBOOK ISCRIVITI AL NOSTRO GRUPPO prima BIELLA

SU TWITTER SEGUI @ecodibiella

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità