Cronaca

Spaccio di droga: due condannati

Spaccio di droga: due condannati
Cronaca 13 Luglio 2015 ore 02:10

Accusati di spaccio di eroina e cocaina, identificati dai loro “clienti” messi alle strette dalla Guardia di finanza, Riccardo Machetti, 26 anni, e Nicola Coccetti, 27 anni, entrambi di Biella, sono stati il primo condannato a tre anni di reclusione più 4.000 euro di multa, il secondo ha patteggiato tre anni e mezzo di reclusione. Entrambi sono comparsi davanti al giudice Claudio Ferrero ed erano difesi dall’avvocato Giorgio Triban.

I fatti contestati ai due imputati sono avvenuti nel periodo compreso tra giugno e il 7 dicembre dello scontro anno quando entrambi erano stati arrestati dai militari del Nucleo di Polizia tributaria della Guardia di finanza di Biella nel corso di un servizio di controllo a conti fatti tutt’altro che casuale. Entrambi erano stati trovati in possesso di una ventina di grammi di eroina nascosta nelle scarpe di uno di loro oltre a quantitativi minimi di cocaina e marijuana, una piccola parte recuperata in casa. L’attività investigativa aveva poi portato a scoprire il giro di clienti di entrambi i presunti spacciatori.

V.Ca.

Accusati di spaccio di eroina e cocaina, identificati dai loro “clienti” messi alle strette dalla Guardia di finanza, Riccardo Machetti, 26 anni, e Nicola Coccetti, 27 anni, entrambi di Biella, sono stati il primo condannato a tre anni di reclusione più 4.000 euro di multa, il secondo ha patteggiato tre anni e mezzo di reclusione. Entrambi sono comparsi davanti al giudice Claudio Ferrero ed erano difesi dall’avvocato Giorgio Triban.

I fatti contestati ai due imputati sono avvenuti nel periodo compreso tra giugno e il 7 dicembre dello scontro anno quando entrambi erano stati arrestati dai militari del Nucleo di Polizia tributaria della Guardia di finanza di Biella nel corso di un servizio di controllo a conti fatti tutt’altro che casuale. Entrambi erano stati trovati in possesso di una ventina di grammi di eroina nascosta nelle scarpe di uno di loro oltre a quantitativi minimi di cocaina e marijuana, una piccola parte recuperata in casa. L’attività investigativa aveva poi portato a scoprire il giro di clienti di entrambi i presunti spacciatori.

V.Ca.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter