Sfugge ai carabinieri, rischia una strage

Sfugge ai carabinieri, rischia una strage
Cronaca 01 Agosto 2014 ore 23:01

E’ sfuggito ai carabinieri che lo stavano inseguendo dopo che non si era fermato all’alt. Ha imboccato via per Oropa, davanti al bar Bottalino,  a tutta velocità. Prima ha centrato in pieno e sradicato un cartello stradale, poi l’auto si è messa a sbandare in modo pauroso e si è ribaltata, andando ad urtare la Vespa di una ragazzina e cozzando in pieno contro un’auto che proveniva dalla direzione opposta. Poteva provocare una strage. O quantomeno far tanto male a qualcuno.
Solo il fato ha scongiurato il peggio ieri pomeriggio poco dopo le 15 e 30. Il conducente della Toyota “Aygo” in fuga, Carlo M., 50 anni, di Cossila San Grato,  rischia grosso. Forse era ubriaco.

L'INTERO SERVIZIO LO POTRETE LEGGERE DOMATTINA SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA

E’ sfuggito ai carabinieri che lo stavano inseguendo dopo che non si era fermato all’alt. Ha imboccato via per Oropa, davanti al bar Bottalino,  a tutta velocità. Prima ha centrato in pieno e sradicato un cartello stradale, poi l’auto si è messa a sbandare in modo pauroso e si è ribaltata, andando ad urtare la Vespa di una ragazzina e cozzando in pieno contro un’auto che proveniva dalla direzione opposta. Poteva provocare una strage. O quantomeno far tanto male a qualcuno.
Solo il fato ha scongiurato il peggio ieri pomeriggio poco dopo le 15 e 30. Il conducente della Toyota “Aygo” in fuga, Carlo M., 50 anni, di Cossila San Grato,  rischia grosso. Forse era ubriaco.

L'INTERO SERVIZIO LO POTRETE LEGGERE DOMATTINA SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA