Sangue al market: spedizione punitiva contro un vigilantes

Sangue al market: spedizione punitiva contro un vigilantes
Cronaca 03 Aprile 2017 ore 12:27

BIELLA - L’addetto antitaccheggio dell’Eurospin di Biella, 47 anni, residente a Novara, di origini africane, sabato è stato vittima di una vera e propria spedizione punitiva attuata dai parenti della donna che lui stesso avrebbe poco prima spintonato con forza contro una vetrata provocandole una vistosa ferita alla testa, solo perché lei si era rifiutata di aprire la borsa per mostrare il contenuto. Si sospettava che avesse rubato della carne. L’uomo è stato medicato e dimesso con prognosi di due settimane.
Valter Caneparo 

Leggi di più sull'Eco di Biella di lunedì 3 aprile 2017

BIELLA - L’addetto antitaccheggio dell’Eurospin di Biella, 47 anni, residente a Novara, di origini africane, sabato è stato vittima di una vera e propria spedizione punitiva attuata dai parenti della donna che lui stesso avrebbe poco prima spintonato con forza contro una vetrata provocandole una vistosa ferita alla testa, solo perché lei si era rifiutata di aprire la borsa per mostrare il contenuto. Si sospettava che avesse rubato della carne. L’uomo è stato medicato e dimesso con prognosi di due settimane.
Valter Caneparo 

Leggi di più sull'Eco di Biella di lunedì 3 aprile 2017