Salvano l’amico dal suicidio con i gas di scarico

Salvano l’amico dal suicidio con i gas di scarico
Cronaca 29 Ottobre 2016 ore 11:07

Hanno salvato un loro amico dal suicidio. Quando lo hanno trovato, laltra sera, lungo una strada sterrata di Borriana, era agonizzante. Aveva collegato un tubo di gomma allo scappamento e allabitacolo della sua auto, ormai saturo di monossido di carbonio. Gli amici hanno spalancato le portiere, spento il motore e chiamato i soccorsi. Ci hanno messo quasi tre ore a trovarlo. E sono riusciti a salvarlo appena in tempo: un vero miracolo. Ora, luomo, di mezza eta?, e? ricoverato in ospedale. I suoi salvatori sono molto conosciuti in citta?: il commercialista Amedeo Paraggio, vice presidente del Consiglio comunale, e linvestigatore Nicola Santimone, una vita di esperienza nei carabinieri. «Non finiro? mai di ringraziarli», spiega, commossa, la moglie del mancato suicida. Estata lei, disperata, a chiamare i due amici del marito dopo che lui era uscito di casa scuro in volto e con in mano del nastro isolante. La donna, preoccupata, lo aveva chiamato al telefono. «Non ce la faccio piu?, addio», aveva risposto lui.

V.Ca. 

Hanno salvato un loro amico dal suicidio. Quando lo hanno trovato, l’altra sera, lungo una strada sterrata di Borriana, era agonizzante. Aveva collegato un tubo di gomma allo scappamento e all’abitacolo della sua auto, ormai saturo di monossido di carbonio. Gli amici hanno spalancato le portiere, spento il motore e chiamato i soccorsi. Ci hanno messo quasi tre ore a trovarlo. E sono riusciti a salvarlo appena in tempo: un vero miracolo. Ora, l’uomo, di mezza eta?, e? ricoverato in ospedale. I suoi salvatori sono molto conosciuti in citta?: il commercialista Amedeo Paraggio, vice presidente del Consiglio comunale, e l’investigatore Nicola Santimone, una vita di esperienza nei carabinieri. «Non finiro? mai di ringraziarli», spiega, commossa, la moglie del mancato suicida. E’ stata lei, disperata, a chiamare i due amici del marito dopo che lui era uscito di casa scuro in volto e con in mano del nastro isolante. La donna, preoccupata, lo aveva chiamato al telefono. «Non ce la faccio piu?, addio», aveva risposto lui.

V.Ca.