Salva una donna dal suicidio

Salva una donna dal suicidio
Cronaca 08 Giugno 2017 ore 14:24

Ha salvato la vita a una donna che voleva lanciarsi nel vuoto dal Ponte della Pistolesa, il gigantesco Colossus, uno dei più alti d’Europa. La donna, 50 anni, biellese, si stava già arrampicando lungo l’inferriata del ponte, alta un paio di metri, quando per fortuna un automobilista di Mezzana Mortigliengo, 43 anni, l’ha vista mentre stava imboccando l’accesso al ponte, ha subito capito le sue intenzioni e non ha gettato al vento secondi preziosi: ha accelerato per raggiungere quel punto quasi in mezzo al ponte, si è catapultato giù dall’auto e ha afferrato giusto in tempo la donna che ha solo cercato per pochi istanti di resistere prima di farsi trascinare sul marciapiede e smettere di lottare, per poi chiudersi in un inequivocabile silenzio. Il suo salvatore non ha perso ulteriore tempo: con il cellulare ha composto il “112” e dalla centrale operativa dei carabinieri hanno fatto confluire sul ponte i colleghi del comando di Valle Mosso e un’ambulanza del 118. La cinquantenne, con problemi di depressione, è stata portata in ospedale a Ponderano e affidata alle cure dei medici de reparto psichiatrico.

Ha salvato la vita a una donna che voleva lanciarsi nel vuoto dal Ponte della Pistolesa, il gigantesco Colossus, uno dei più alti d’Europa. La donna, 50 anni, biellese, si stava già arrampicando lungo l’inferriata del ponte, alta un paio di metri, quando per fortuna un automobilista di Mezzana Mortigliengo, 43 anni, l’ha vista mentre stava imboccando l’accesso al ponte, ha subito capito le sue intenzioni e non ha gettato al vento secondi preziosi: ha accelerato per raggiungere quel punto quasi in mezzo al ponte, si è catapultato giù dall’auto e ha afferrato giusto in tempo la donna che ha solo cercato per pochi istanti di resistere prima di farsi trascinare sul marciapiede e smettere di lottare, per poi chiudersi in un inequivocabile silenzio. Il suo salvatore non ha perso ulteriore tempo: con il cellulare ha composto il “112” e dalla centrale operativa dei carabinieri hanno fatto confluire sul ponte i colleghi del comando di Valle Mosso e un’ambulanza del 118. La cinquantenne, con problemi di depressione, è stata portata in ospedale a Ponderano e affidata alle cure dei medici de reparto psichiatrico.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità