Menu
Cerca

Burcina: un ruscello tra le ortensie nella 'nuova' Valfenera

Inaugurato il nuovo percorso in Valfenera. L’Ente parco fa il bilancio del suo mandato: “La Burcina è rinata, ora speriamo che il nostro lavoro non vada perduto”.

Burcina: un ruscello tra le ortensie nella 'nuova' Valfenera
22 Luglio 2019 ore 20:05

La Valfenera – la valletta che sale sul Bric Burcina, a sinistra del cancello di Pollone – si è rifatta il look e ora si presenta al pubblico: l’aspetto è – o meglio sarà, quando arriverà la pioggia - quello di un torrentello, con piccole ‘lame’ a rallentare il corso dell’acqua, costeggiato da un sentiero tra le ortensie.

Valfenera, restyling in tempi record

Un intervento necessario per ripristinare una zona degradata, dove sorgenti e acque piovane avevano nel tempo profondamente inciso il terreno, con il rischio di provocare smottamenti. Ora, dopo il restyling avvenuto in tempi record, costato meno di 50mila euro, l’area diventa accessibile a tutti, offrendo una piacevole scorciatoia che spunta nei pressi della trattoria.

presentazione Valfenera
Il presidente dell’Ente Adriano Fontaneto e il consigliere Alessandro Ramella Pralungo presentano il restyling della Valfenera a Cascina Emilia

Burcina, il bilancio dell'Ente di gestione

A tagliare il nas

tro, venerdì scorso, gli amministratori dell’Ente di gestione Ticino e Lago Maggiore che, giunti al termine del loro mandato, hanno colto l’occasione per tracciare un bilancio di questi tre anni: “Abbiamo ereditato la Burcina in stato di abbandono – ha ricordato il presidente Adriano Fontaneto – e, dopo averci lavorato veramente tanto, ora la restituiamo in piena forma”.

"Tante cose fatte, la Valfenera è il nostro ultimo regalo"

Taglio del nastro in Valfenera
Taglio del nastro in Valfenera

E Alessandro Ramella Pralungo, consigliere con delega al parco, ha ripercorso il lunghissimo elenco delle cose fatte, dalla manutenzione straordinaria alle iniziative culturali, con un fiore all’occhiello: la creazione di una fitta rete di convenzioni con istituzioni, associazioni, scuole, università. Una sinergia che ha permesso alla Burcina – nonostante la cronica mancanza di risorse – di tornare protagonista del territorio, promuovendo la cultura della sostenibilità e l’attenzione alla biodiversità.
“Il percorso in Valfenera – ha concluso il presidente dell’Ente – è il nostro ultimo regalo al Biellese. Speriamo che chi lo erediterà sappia apprezzarlo e portarlo avanti.”

Simona Perolo

LEGGI TUTTA LA NOTIZIA SULL'EDIZIONE DIGITALE

LEGGI ANCHE: 'BURCINA, UN CAMMINO ARCHEOLOGICO?'

LEGGI ANCHE: LA VALFENERA SI RIFA' IL LOOK