Menu
Cerca

Rubato il cappello alla maschera di Santhià

Rubato il cappello alla maschera di Santhià
Cronaca 11 Febbraio 2016 ore 12:26

Un furto anomalo è stato commesso durante il bal dal lunes nel capanhnone del carnevale in piazzale Kennedy a Santhià. Ad essere preso di mira è stata nientemeno che la maschera della città, lo Stevulin 'dla Pisera, in arte Marco Baronchelli. La maschera ha posato il suo caratteristico cappello su una sedia e qualcuno lo ha rubato. Subito non si è capito se si è trattato di uno scherzo di carnevale (pur se di pessimo gusto) oppure di un vero e proprio furto. La festa è stata comunque bloccata dagli organizzatori della Pro loco. La musica è stata interrotta e la pista, piena zeppa come non mai di gente che in quel momento stava ballando, si è svuotata. Ma del cappello non è stata trovata traccia. Dopo circa mezz'ora, finalmente, il copricapo è stato ritrovato. Mancava però la fascia con pon pon rosso che circondava la cupola. Uno sfregio. Un bal dal lunes rovinato in parte, quindi, dal solito imbecille che non ha trovato di meglio da fare che rubare una parte dell'abito tradizionale della maschera ufficiale della città. Accanto a Baronchelli, quest'anno, nelle vesti della Majutin dal Pampardù, c'era la bellissima Veronica Bono.

Un furto anomalo è stato commesso durante il bal dal lunes nel capanhnone del carnevale in piazzale Kennedy a Santhià. Ad essere preso di mira è stata nientemeno che la maschera della città, lo Stevulin 'dla Pisera, in arte Marco Baronchelli. La maschera ha posato il suo caratteristico cappello su una sedia e qualcuno lo ha rubato. Subito non si è capito se si è trattato di uno scherzo di carnevale (pur se di pessimo gusto) oppure di un vero e proprio furto. La festa è stata comunque bloccata dagli organizzatori della Pro loco. La musica è stata interrotta e la pista, piena zeppa come non mai di gente che in quel momento stava ballando, si è svuotata. Ma del cappello non è stata trovata traccia. Dopo circa mezz'ora, finalmente, il copricapo è stato ritrovato. Mancava però la fascia con pon pon rosso che circondava la cupola. Uno sfregio. Un bal dal lunes rovinato in parte, quindi, dal solito imbecille che non ha trovato di meglio da fare che rubare una parte dell'abito tradizionale della maschera ufficiale della città. Accanto a Baronchelli, quest'anno, nelle vesti della Majutin dal Pampardù, c'era la bellissima Veronica Bono.