Cronaca

Rubano le borse in due negozi

Rubano le borse in due negozi
Cronaca 07 Ottobre 2015 ore 09:43

BIELLA - Sono scaltre, smaliziate, hanno una buona parlantina e sono ladre matricolate. Sono le due sconosciute che nel volgere di mezz’ora, sabato scorso, hanno rubato due borse prima nel negozio di fiori di Mario Novaretti (presidente dell’Ascom), in via Torino, e subito dopo in una cartoleria del centro. In questo caso il bottino è consistente: si parla di circa mille euro in contanti. Il modus operandi è sempre lo stesso.

Si presume che le due studino per bene ogni particolare del colpo che hanno intenzione di effettuare: scelgono i negozi dove sono presenti solo donne e aspettano che non vi siano clienti prima di entrare in azione. La prima delle due ladruncole, capelli neri, sui 40 anni, entra nel negozio e distrae la commessa con domande e richieste. Poi acquista oggetti di scarso valore e se ne va. Nel frattempo entra sulla scena anche la complice che approfitta del momento e ruba la borsa della commessa e, nel caso della cartoleria, della proprietaria. Su entrambi gli episodi stanno indagando i carabinieri.

V.Ca.

BIELLA - Sono scaltre, smaliziate, hanno una buona parlantina e sono ladre matricolate. Sono le due sconosciute che nel volgere di mezz’ora, sabato scorso, hanno rubato due borse prima nel negozio di fiori di Mario Novaretti (presidente dell’Ascom), in via Torino, e subito dopo in una cartoleria del centro. In questo caso il bottino è consistente: si parla di circa mille euro in contanti. Il modus operandi è sempre lo stesso.

Si presume che le due studino per bene ogni particolare del colpo che hanno intenzione di effettuare: scelgono i negozi dove sono presenti solo donne e aspettano che non vi siano clienti prima di entrare in azione. La prima delle due ladruncole, capelli neri, sui 40 anni, entra nel negozio e distrae la commessa con domande e richieste. Poi acquista oggetti di scarso valore e se ne va. Nel frattempo entra sulla scena anche la complice che approfitta del momento e ruba la borsa della commessa e, nel caso della cartoleria, della proprietaria. Su entrambi gli episodi stanno indagando i carabinieri.

V.Ca.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter