Cronaca

Roggia inquinata: uomo denunciato

Roggia inquinata: uomo denunciato
Cronaca 07 Giugno 2016 ore 19:55

E' stato identificato e denunciato Alberto G., 52 anni, di Crema, per l'inquinamento della roggia che attraversa Vigliano, è alimentata dalle acque del Cervo e si rituffa più a valle nello stesso torrente. Nei giorni scorsi, una sostanza inquinante è stata sversata nella roggia che si è riempita di schiuma bianca e vaporosa che ha azzerato l’ossigeno e ha provocato una notevole moria di pesci. La persona segnalata alla Procura della repubblica, è il titolare della ditta che stava eseguendo dei lavori all'interno dell'ex pettinatura Italiana di Vigliano e che - per cause ancora al vaglio di carabinieri e tecnici cell'Arpa, ha sversato la sostanza inquinante nel corso d'aqua. L'arpa ha già eseguito dei prelievi per verificare di quale sostanza si tratti. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, gli operai della ditta del denunciato, stavano lavorando materiale ferroso recuperato nello stabile dismesso. Il materiale sarebbe stato per mezzo dell’acqua degli enormi vasconi che servivano per la depurazione e la sostanza era fuoruscita finendo nel piccolo corso d’acqua, più carico del solito in questi giorni a causa della pioggia caduta in modo abbondante.
V.Ca.

E' stato identificato e denunciato Alberto G., 52 anni, di Crema, per l'inquinamento della roggia che attraversa Vigliano, è alimentata dalle acque del Cervo e si rituffa più a valle nello stesso torrente. Nei giorni scorsi, una sostanza inquinante è stata sversata nella roggia che si è riempita di schiuma bianca e vaporosa che ha azzerato l’ossigeno e ha provocato una notevole moria di pesci. La persona segnalata alla Procura della repubblica, è il titolare della ditta che stava eseguendo dei lavori all'interno dell'ex pettinatura Italiana di Vigliano e che - per cause ancora al vaglio di carabinieri e tecnici cell'Arpa, ha sversato la sostanza inquinante nel corso d'aqua. L'arpa ha già eseguito dei prelievi per verificare di quale sostanza si tratti. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, gli operai della ditta del denunciato, stavano lavorando materiale ferroso recuperato nello stabile dismesso. Il materiale sarebbe stato per mezzo dell’acqua degli enormi vasconi che servivano per la depurazione e la sostanza era fuoruscita finendo nel piccolo corso d’acqua, più carico del solito in questi giorni a causa della pioggia caduta in modo abbondante.
V.Ca.

Seguici sui nostri canali