Cronaca

Rapina “Fred Perry”: altri dieci indagati

Rapina “Fred Perry”: altri dieci indagati
Cronaca 26 Maggio 2016 ore 13:06

BIELLA - Ci sono dieci indagati in più - oltre all’arresto dei sette personaggi che avrebbero commesso direttamente il colpo - per la rapina del 21 settembre di due anni fa, da oltre 130mila euro in prodotti Fred Perry (in tutto 1.650 capi d’abbigliamento griffati), ai danni della sede di Verrone della società Beta Spa. Lo ha comunicato ieri mattina agli organi d’informazione il questore, Salvatore Perrone, mentre snocciolava le cifre del lavoro compiuto dalla polizia tra il 1° maggio dell’anno scorso e il 30 aprile di quest’anno in vista dei festeggiamenti per il 164° anniversario della fondazione della polizia in svolgimento questa mattina nell’auditorium di Città Studi.

Gli ultimi dieci denunciati dell’inchiesta dai risvolti clamorosi, sono emersi nel corso delle quaranta perquisizioni effettuate da circa 120 poliziotti provenienti da diverse questure, con in testa gli investigatori della Squadra mobile di Biella, un manipolo di esperti agenti coordinati dal commissario Lorenzo Ortensi. Tra gli ultimi denunciati - quattro per riciclaggio e sei per ricettazione - ci sono anche due biellesi. Tutti i poliziotti della Mobile della terza sezione furti e rapine - coordinati dal sovrintendente Andrea Rodani - che hanno risolto uno dei casi più difficili e clamorosi degli ultimi anni, verranno premiati stamattina nel corso della festa della polizia.

Valter Caneparo

Leggi di più sull'Eco di Biella di giovedì 26 maggio 2016

BIELLA - Ci sono dieci indagati in più - oltre all’arresto dei sette personaggi che avrebbero commesso direttamente il colpo - per la rapina del 21 settembre di due anni fa, da oltre 130mila euro in prodotti Fred Perry (in tutto 1.650 capi d’abbigliamento griffati), ai danni della sede di Verrone della società Beta Spa. Lo ha comunicato ieri mattina agli organi d’informazione il questore, Salvatore Perrone, mentre snocciolava le cifre del lavoro compiuto dalla polizia tra il 1° maggio dell’anno scorso e il 30 aprile di quest’anno in vista dei festeggiamenti per il 164° anniversario della fondazione della polizia in svolgimento questa mattina nell’auditorium di Città Studi.

Gli ultimi dieci denunciati dell’inchiesta dai risvolti clamorosi, sono emersi nel corso delle quaranta perquisizioni effettuate da circa 120 poliziotti provenienti da diverse questure, con in testa gli investigatori della Squadra mobile di Biella, un manipolo di esperti agenti coordinati dal commissario Lorenzo Ortensi. Tra gli ultimi denunciati - quattro per riciclaggio e sei per ricettazione - ci sono anche due biellesi. Tutti i poliziotti della Mobile della terza sezione furti e rapine - coordinati dal sovrintendente Andrea Rodani - che hanno risolto uno dei casi più difficili e clamorosi degli ultimi anni, verranno premiati stamattina nel corso della festa della polizia.

Valter Caneparo

Leggi di più sull'Eco di Biella di giovedì 26 maggio 2016

Seguici sui nostri canali