Menu
Cerca

Rapina con una lametta da barba alla gola per della cioccolata

Rapina con una lametta da barba alla gola per della cioccolata
Cronaca 15 Febbraio 2016 ore 14:41

Pur di riuscire ad impossessarsi di qualche barretta di cioccolata non ha esitato a puntare alla gola del direttore del supermercato una lametta da barba. Poi è scappato, ma è stato raggiunto e bloccato in tempo record dai carabinieri, che lo hanno arrestato. Ora Lamla Annas, 22 anni, residente a Biella e conosciuto soprattutto a Vigliano dove possiede il ristorante-kebab di via Milano, dovrà rispondere dell’accusa di rapina. Prima d’ora non aveva mai avuto alcun problema con la giustizia. L’episodio che lo ha messo nei guai è successo ieri. Il giovane è entrato al Penny Market come un normale cliente. Ha acquistato un po’ di merce, che ha regolarmente pagato, intanto si è nascosto in tasca alcune barrette di cioccolato. Ma il suo gesto è stato notato dal personale ed è intervenuto il direttore del supermercato. Il giovane ristoratore, invece di scendere a più miti consigli e arrendersi, ha sfilato dalla tasca una lametta da barba, poi ha spintonato il direttore e gliel’ha puntata alla gola: “O mi lasci andare o ti taglio la gola” gli ha detto. Lo ha intimorito per bene, poi è fuggito. Scattato l’allarme è scattato anche il piano antirapina: tutte le pattuglie di carabinieri disponibili sono scese in strada alla ricerca del giovane rapinatore. Rintracciato poco dopo da una pattuglia di carabinieri di Vigiliano Biellese, Lamla Annas  aveva ancora con sé la lametta da barba. Nei suoi confronti è scattato l’arresto, convalidato questa mattina dal giudice del tribunale di Biella.

Pur di riuscire ad impossessarsi di qualche barretta di cioccolata non ha esitato a puntare alla gola del direttore del supermercato una lametta da barba. Poi è scappato, ma è stato raggiunto e bloccato in tempo record dai carabinieri, che lo hanno arrestato. Ora Lamla Annas, 22 anni, residente a Biella e conosciuto soprattutto a Vigliano dove possiede il ristorante-kebab di via Milano, dovrà rispondere dell’accusa di rapina. Prima d’ora non aveva mai avuto alcun problema con la giustizia. L’episodio che lo ha messo nei guai è successo ieri. Il giovane è entrato al Penny Market come un normale cliente. Ha acquistato un po’ di merce, che ha regolarmente pagato, intanto si è nascosto in tasca alcune barrette di cioccolato. Ma il suo gesto è stato notato dal personale ed è intervenuto il direttore del supermercato. Il giovane ristoratore, invece di scendere a più miti consigli e arrendersi, ha sfilato dalla tasca una lametta da barba, poi ha spintonato il direttore e gliel’ha puntata alla gola: “O mi lasci andare o ti taglio la gola” gli ha detto. Lo ha intimorito per bene, poi è fuggito. Scattato l’allarme è scattato anche il piano antirapina: tutte le pattuglie di carabinieri disponibili sono scese in strada alla ricerca del giovane rapinatore. Rintracciato poco dopo da una pattuglia di carabinieri di Vigiliano Biellese, Lamla Annas  aveva ancora con sé la lametta da barba. Nei suoi confronti è scattato l’arresto, domani mattina alle 9 in tribunale a Biella si terrà l'udienza di convalida.