Rapina a mano armata fuori dalla banca

Rapina a mano armata fuori dalla banca
Cronaca 14 Novembre 2016 ore 13:24

Hanno aspettato fuori dalla banca che andasse a versare l’incasso della giornata e le hanno puntato una pistola addosso: “Dacci i soldi…”. 

Sono scappati con un bottino di circa 10 mila euro i due rapinatori che, sabato sera, poco dopo le 21, hanno aggredito la titolare della Conad di Occhieppo Inferiore. La donna, 58 anni, si trovava con il fidanzato alla sede della Biverbanca di via Repubblica, a pochi passi dal supermercato. Stava versando nella cassa continua quando le si sono avvicinati i due rapinatori con il volto coperto e le hanno puntato contro una pistola, intimandola di consegnare loro tutti i soldi.

Ad intervenire è stato il compagno di lei, che è prima riuscito ad impossessarsi della chiave dell’auto usata dai rapinatori e lasciata all’interno del cruscotto, poi ha affrontato i banditi. I malviventi lo hanno riempito di botte e sono comunque riusciti a far perdere le proprie tracce, scappando a bordo dell’auto della coppia. 

Sia la donna che il compagno sono dovuti ricorrere alle cure mediche del personale del Pronto soccorso. Lei ha riportato uno shock, lui una ferita alla testa giudicata guaribile in 6 giorni.

L’auto usata dai malviventi per arrivare fino a Occhieppo, una Lancia Musa risultata rubata lo scorso settembre a Torino, è stata sequestrata. I carabinieri intanto stanno indagando per riuscire a risalire ai banditi mascherati.

Hanno aspettato fuori dalla banca che andasse a versare l’incasso della giornata e le hanno puntato una pistola addosso: “Dacci i soldi…”. 

Sono scappati con un bottino di circa 10 mila euro i due rapinatori che, sabato sera, poco dopo le 21, hanno aggredito la titolare della Conad di Occhieppo Inferiore. La donna, 58 anni, si trovava con il fidanzato alla sede della Biverbanca di via Repubblica, a pochi passi dal supermercato. Stava versando nella cassa continua quando le si sono avvicinati i due rapinatori con il volto coperto e le hanno puntato contro una pistola, intimandola di consegnare loro tutti i soldi.

Ad intervenire è stato il compagno di lei, che è prima riuscito ad impossessarsi della chiave dell’auto usata dai rapinatori e lasciata all’interno del cruscotto, poi ha affrontato i banditi. I malviventi lo hanno riempito di botte e sono comunque riusciti a far perdere le proprie tracce, scappando a bordo dell’auto della coppia. 

Sia la donna che il compagno sono dovuti ricorrere alle cure mediche del personale del Pronto soccorso. Lei ha riportato uno shock, lui una ferita alla testa giudicata guaribile in 6 giorni.

L’auto usata dai malviventi per arrivare fino a Occhieppo, una Lancia Musa risultata rubata lo scorso settembre a Torino, è stata sequestrata. I carabinieri intanto stanno indagando per riuscire a risalire ai banditi mascherati.