Raffica di litigi in tutto il Biellese

Raffica di litigi in tutto il Biellese
Cronaca 06 Marzo 2016 ore 17:50

Che i biellesi siano i più litigiosi d’Italia lo dicono le cifre e il numero di interventi effettuato ogni giorno dalle forze dell’ordine. Un primato che la nostra città si contende con i “cugini” di Verbania. E’ stato così l’anno scorso. E l’anno prima. Numeri alla mano, Biella guida questa poco lodevole graduatoria quantomeno nell’arco di tempo compreso dal 2010 all’anno scorso. Nella sola giornata di sabato, i carabinieri sono dovuti intervenire innumerevoli volte per litigi avvenuti in provincia. A Cossato, per colpa di vecchi rancori, una donna di 40 anni che abita in città, sarebbe stata aggredita da due donne di 35 anni e da una di 33 anni, entrambe di Salussola. Tutte e tre avrebbero alzato un po’ troppo il gomito. Quando sono arrivati i carabinieri, ad aspettarli c’era solo l’aggredita che si è fatto medicare in ospedale e ha poi annunciato che presenterà querela. A Candelo hanno litigato due vicini di casa per come era parcheggiata l’auto nel cortile del condominio.  A Biella è scoppiato un litigio, sedato sempre dai carabinieri, per colpa di un casco mai restituito. Litigio anche sabato notte fuori dalla Fabbrica dell’Oro per un giovane che se l’è presa con un buttafuori del locale perché gli aveva impedito l’ingresso dopo che in passato non si era comportato bene. Il cliente ha chiesto l’intervento dei carabinieri, ma alla fine ha girato sui tacchi e se n’è andato: “In quel locale non voglio più entrare”, ha detto.

Che i biellesi siano i più litigiosi d’Italia lo dicono le cifre e il numero di interventi effettuato ogni giorno dalle forze dell’ordine. Un primato che la nostra città si contende con i “cugini” di Verbania. E’ stato così l’anno scorso. E l’anno prima. Numeri alla mano, Biella guida questa poco lodevole graduatoria quantomeno nell’arco di tempo compreso dal 2010 all’anno scorso. Nella sola giornata di sabato, i carabinieri sono dovuti intervenire innumerevoli volte per litigi avvenuti in provincia. A Cossato, per colpa di vecchi rancori, una donna di 40 anni che abita in città, sarebbe stata aggredita da due donne di 35 anni e da una di 33 anni, entrambe di Salussola. Tutte e tre avrebbero alzato un po’ troppo il gomito. Quando sono arrivati i carabinieri, ad aspettarli c’era solo l’aggredita che si è fatto medicare in ospedale e ha poi annunciato che presenterà querela. A Candelo hanno litigato due vicini di casa per come era parcheggiata l’auto nel cortile del condominio.  A Biella è scoppiato un litigio, sedato sempre dai carabinieri, per colpa di un casco mai restituito. Litigio anche sabato notte fuori dalla Fabbrica dell’Oro per un giovane che se l’è presa con un buttafuori del locale perché gli aveva impedito l’ingresso dopo che in passato non si era comportato bene. Il cliente ha chiesto l’intervento dei carabinieri, ma alla fine ha girato sui tacchi e se n’è andato: “In quel locale non voglio più entrare”, ha detto.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli