Cronaca
il caso

«Quella droga la usavo solo per me»

Domiciliari per l’avvocato biellese coinvolto nella maxi inchiesta sulle sostanze sintetiche

«Quella droga la usavo solo per me»
Cronaca Cossatese, 03 Novembre 2021 ore 08:00

E’ stato convalidato dal giudice biellese, Paola Rava, l’arresto dell’avvocato Carlo Bozzalla Pret, 42 anni, insospettabile e molto conosciuto, coinvolto nell’ambito dell’inchiesta dei Carabinieri del Nas di Roma - coordinati dal procuratore aggiunto Giovanni Conzo - che ha portato al fermo in tutta Italia di 39 persone (tra le quali la sorella di Ornella Muti) su un traffico internazionale di nuove droghe sintetiche.

Non è chiaro - considerato il riserbo mantenuto dal suo difensore - se l’indagato biellese abbia o meno fornito la sua versione dei fatti al giudice. Avrebbe comunque confermato che la droga sintetica ritrovata dai Carabinieri nello stabile di Cossato, era solo ad uso esclusivamente personale.

 

Leggi l'articolo completo su Eco di Biella in edicola