intervento con esplosivo

Quasi pronto il bypass per l’Alta Valle Cervo VIDEO

Lavori in tempo di record per consentire il passaggio ai mezzi pesanti dopo l’alluvione.

Cronaca Cervo, 24 Novembre 2020 ore 10:30

Un lavoro a tempo di record per consentire ai mezzi pesanti di iniziare ad operare anche in Alta Valle Cervo, dopo gli eventi alluvionali che hanno colpito i territori gli scorsi 2 e 3 di ottobre. E’ praticamente pronto il bypass che consentirà a camion e mezzi di “evitare” la frana che ha colpito la strada provinciale 100, Biella-Piedicavallo, all’altezza della frazione Malpensà. Proprio questa interruzione, su cui l’impresa Scarlatta, individuata dalla Provincia di Biella, sta operando per rendere nuovamente operativa la viabilità entro Natale, non ha consentito ai mezzi pesanti di raggiungere i paesi dell’alta Valle, come ad esempio Rosazza e Piedicavallo, decisamente colpiti dagli eventi alluvionali. La strada alternativa per raggiungere l’Alta Valle, infatti, non consente ai mezzi pesanti il transito. Troppo strette le vie che attraversano Quittengo per consentire il transito. Dunque era necessario immaginare una soluzione alternativa, per dare il via agli interventi, senza dover attendere la conclusione delle opere lungo la Provinciale 100.

Quasi pronto il bypass per l’Alta Valle Cervo

Ecco il bypass. I tecnici si sono dunque messi all’opera, individuando nell’impresa Bertini di Riva Valdobbia il soggetto preposto a portare avanti l’intervento che in pochi giorni ha portato alla creazione di una “pista” destinata ai mezzi pesanti, al di sotto della strada provinciale, a pochi metri dal torrente Cervo che in quel punto ha visto una drastica riduzione dell’alveo. L’ingresso alla pista è stato realizzato a pochi metri dal ponte di ferro in frazione Malpensà. La strada, la cui pendenza è stata studiata per non mettere in difficoltà i mezzi pesanti che vi transitano, è lunga circa 200 metri e sbuca nuovamente sulla strada provinciale appena dopo gli ultimi agglomerati urbani, a pochi metri dal ponte dell’Asmara. Questa nuova strada, che consentirà ai mezzi pesanti di salire in Valle, sarà chiusa al traffico alle auto che potranno continuare invece a percorrere per salire la strada di Quittengo, mentre per scendere potranno utilizzare la via che dal ponte dell’Asmara costeggia sulla destra il torrente Cervo, come già capita in queste settimane. Un risultato importante per il territorio che ora potrà finalmente immaginare gli interventi di ripristino anche nei Comuni di Rosazza e Piedicavallo.
Enzo Panelli