Menu
Cerca

Prostituta rapinata, cliente arrestato

Prostituta rapinata, cliente arrestato
Cronaca 04 Marzo 2016 ore 11:01

Si è ripreso con la forza i soldi che aveva pagato per una prestazione sessuale. Ha afferrato la prostituta nigeriana per il collo, l’ha picchiata con brutalità e dalla sua borsetta ha estratto quei pochi euro. E’ stato però arrestato dai carabinieri per rapina mentre l’amico che era con lui, già identificato, è riuscito a scappare. In carcere è finito un cittadino rumeno che abita a Candelo, Ionut L., 21 anni. Stamattina dovrebbe svolgersi l’udienza di convalida dell’arresto. Solo allora si sapranno le generalità complete dell’arrestato che è comunque già noto alle forze dell’ordine. L’amico che era con lui, Nicolae L., 33 anni, anche lui rumeno, residente a Biella, è stato denunciato a piede libero per lo stesso reato di rapina in concorso. L’aggressione è avvenuta la notte scorsa a mezzanotte e mezza lungo corso Lago Maggiore a Biella, punto abituale di ritrovo delle prostitute nigeriane che provengono dal Torinese. Quella aggredita è una rifugiata politica, per l’anagrafe senza fissa dimora.

TUTTI I PARTICOLARI LI TROVERETE DOMATTINA SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA

Si è ripreso con la forza i soldi che aveva pagato per una prestazione sessuale. Ha afferrato la prostituta nigeriana per il collo, l’ha picchiata con brutalità e dalla sua borsetta ha estratto quei pochi euro. E’ stato però arrestato dai carabinieri per rapina mentre l’amico che era con lui, già identificato, è riuscito a scappare. In carcere è finito un cittadino rumeno che abita a Candelo, Ionut L., 21 anni. Stamattina dovrebbe svolgersi l’udienza di convalida dell’arresto. Solo allora si sapranno le generalità complete dell’arrestato che è comunque già noto alle forze dell’ordine. L’amico che era con lui, Nicolae L., 33 anni, anche lui rumeno, residente a Biella, è stato denunciato a piede libero per lo stesso reato di rapina in concorso. L’aggressione è avvenuta la notte scorsa a mezzanotte e mezza lungo corso Lago Maggiore a Biella, punto abituale di ritrovo delle prostitute nigeriane che provengono dal Torinese. Quella aggredita è una rifugiata politica, per l’anagrafe senza fissa dimora.

TUTTI I PARTICOLARI LI TROVERETE DOMATTINA SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA