Cronaca
Educazione e sicurezza

“PretenDiamo Legalità”: la Polizia ferroviaria di Santhià incontra gli studenti

Sensibilizzare gli studenti, futuri fruitori del mezzo ferroviario, sui comportamenti corretti da seguire sia per utilizzare il treno per viaggiare sia per la propria tutela.

“PretenDiamo Legalità”: la Polizia ferroviaria di Santhià incontra gli studenti
Cronaca Biella Città, 01 Marzo 2022 ore 11:20

“PretenDiamo Legalità”: la Polizia ferroviaria di Santhià incontra gli studenti.

Per la giornata della sicurezza

Lo scorso 24 febbraio, la Polizia Ferroviaria di Santhià, nell’ambito del progetto “Train…to be cool”, ha incontrato 21 studenti della classe 5^ della locale Scuola Primaria Istituto Silvio Pellico. La giornata sulla sicurezza è stata svolta in collaborazione con personale della Questura di Vercelli, referente del rispettivo progetto “PretenDiamo Legalità”.

Il comportamento in stazione

L’attività formativa è iniziata in stazione, con l’intento di simulare tutte le procedure per accedere al treno, dall’acquisto del biglietto presso la biglietteria e la macchinetta automatica, l’obliterazione, nonché la consultazione dei monitor per verificare l’orario e il binario di partenza del convoglio. Successivamente è stato effettuato un ‘viaggio virtuale’ a bordo, con la salita dei ragazzi, il controllo del titolo di viaggio e la discesa.

Tutte le modalità

Il focus dell’incontro è stato sensibilizzare gli studenti, futuri fruitori del mezzo ferroviario, sui comportamenti corretti da seguire sia per utilizzare il treno per viaggiare, sia quelli riguardanti la tutela della propria incolumità quali: non oltrepassare la linea gialla, non usare auricolari prima di salire a bordo in quanto impediscono di sentire eventuali annunci o il sopraggiungere di un treno.

Nell'ufficio movimento delle ferrovie

Successivamente i giovani sono stati accolti negli uffici del Dirigente Movimento delle ferrovie che ha mostrato loro sia il quadro comandi che i monitor che permettono di gestire il traffico ferroviario. I ragazzi, infine, hanno compilato alcuni questionari, dai quali si è riscontrato l’alto gradimento per l’impostazione e i contenuti illustrati dal personale di polizia e, al termine, tutti hanno conseguito la ‘patente di esperto in sicurezza ferroviaria’.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter