Poca sicurezza e un lavoratore “in nero”, guai per una impresa edile

Controllo dei carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro. Sanzioni per 2.500 euro.

Poca sicurezza e un lavoratore “in nero”, guai per una impresa edile
Biella Città, 24 Ottobre 2019 ore 12:40

Poca sicurezza e un lavoratore “in nero”, guai per una impresa edile. Controllo dei carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro. Sanzioni per 2.500 euro.

Poca sicurezza

I carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro hanno accertato, nei confronti di un’impresa edile, scarsa sicurezza e l’utilizzo di un lavoratore “in nero”.  Il lavoratore in questione, di nazionalità italiana, era completamente privo di contratto di lavoro. In materia di sicurezza, l’impresa non avrebbe operato i dovuti accorgimenti per eliminare il pericolo di caduta dall’alto.

Sanzioni

Nei confronti del’azienda sono state emesse due differenti sanzioni: 1.800 euro per l’utilizzo del lavoratore senza contratto e 635 euro per le violazioni sulle norme di sicurezza.

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve