Menu
Cerca

Poca sicurezza e un lavoratore “in nero”, guai per una impresa edile

Controllo dei carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro. Sanzioni per 2.500 euro.

Poca sicurezza e un lavoratore “in nero”, guai per una impresa edile
Cronaca Biella Città, 24 Ottobre 2019 ore 12:40

Poca sicurezza e un lavoratore “in nero”, guai per una impresa edile. Controllo dei carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro. Sanzioni per 2.500 euro.

Poca sicurezza

I carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro hanno accertato, nei confronti di un’impresa edile, scarsa sicurezza e l’utilizzo di un lavoratore “in nero”.  Il lavoratore in questione, di nazionalità italiana, era completamente privo di contratto di lavoro. In materia di sicurezza, l’impresa non avrebbe operato i dovuti accorgimenti per eliminare il pericolo di caduta dall’alto.

Sanzioni

Nei confronti del’azienda sono state emesse due differenti sanzioni: 1.800 euro per l’utilizzo del lavoratore senza contratto e 635 euro per le violazioni sulle norme di sicurezza.

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli