Picchia una donna per strada: fermato

Picchia una donna per strada: fermato
Cronaca 18 Febbraio 2017 ore 12:09

Non era un picchiatore seriale di donne incontrate per strada. Fino a quel giorno ne aveva malmenata in effetti solo una. Un episodio serio, molto grave, di certo censurabile. Ma di un solo episodio comunque si trattava. La Procura ha in ogni caso voluto dare un segnale forte, un po’ come ha fatto con il ventenne che pochi giorni fa ha preso a pugni un minorenne sotto i portici di piazza Vittorio Veneto. Acquisita la denuncia presentata al comando provinciale dei carabinieri di via Rosselli dalla vittima dell’aggressione e tutto il materiale a disposizione della polizia, i carabinieri che lavorano in Procura, coordinati dal maresciallo Tindaro Gullo, hanno proseguito l’attivita? d’indagine con la delega del procuratore facente funzioni, Mariaserena Iozzo, che l’altro giorno ha ottenuto dal giudice delle indagini preliminari il ricovero cautelare in una struttura protetta dell’indagato, 40 anni, della Valle Elvo, gia? in cura al centro psichiatrico, accusato dei reati di lesioni aggravate e minacce a una signora di 68 anni e che, ieri mattina, e? stato prelevato da casa dai carabinieri della Procura e del comando di Netro e portato in una struttura protetta del Torinese. Rimarra? rinchiuso a tempo indeterminato e sotto controllo costante, con la possibilita? di uscire solo se accompagnato da almeno due educatori.

V.Ca.

Leggi di più sull'Eco di Biella di sabato 18 febbraio 2017 

Non era un picchiatore seriale di donne incontrate per strada. Fino a quel giorno ne aveva malmenata in effetti solo una. Un episodio serio, molto grave, di certo censurabile. Ma di un solo episodio comunque si trattava. La Procura ha in ogni caso voluto dare un segnale forte, un po’ come ha fatto con il ventenne che pochi giorni fa ha preso a pugni un minorenne sotto i portici di piazza Vittorio Veneto. Acquisita la denuncia presentata al comando provinciale dei carabinieri di via Rosselli dalla vittima dell’aggressione e tutto il materiale a disposizione della polizia, i carabinieri che lavorano in Procura, coordinati dal maresciallo Tindaro Gullo, hanno proseguito l’attivita? d’indagine con la delega del procuratore facente funzioni, Mariaserena Iozzo, che l’altro giorno ha ottenuto dal giudice delle indagini preliminari il ricovero cautelare in una struttura protetta dell’indagato, 40 anni, della Valle Elvo, gia? in cura al centro psichiatrico, accusato dei reati di lesioni aggravate e minacce a una signora di 68 anni e che, ieri mattina, e? stato prelevato da casa dai carabinieri della Procura e del comando di Netro e portato in una struttura protetta del Torinese. Rimarra? rinchiuso a tempo indeterminato e sotto controllo costante, con la possibilita? di uscire solo se accompagnato da almeno due educatori.

V.Ca.

Leggi di più sull'Eco di Biella di sabato 18 febbraio 2017