Cronaca
il caso

Picchia la moglie a calci, pugni e graffi

Marito di Camburzano patteggia pena mite a quattro mesi. Contestati solo due episodi

Picchia la moglie a calci, pugni e graffi
Cronaca 05 Agosto 2021 ore 08:10

Si è ritrovato imputato di maltrattamenti tra le mura di casa nei confronti della moglie che in più di un’occasione avrebbe picchiato a calci e pugni. Alla fine, l’imputato, 43 anni, residente a Camburzano, che ha preferito disertare l’aula, se l’è cavata con il patteggiamento a una pena decisamente mite: quattro mesi di reclusione con la condizionale.

Picchia la moglie

Stando al capo d’accusa, l’imputato avrebbe in un caso colpito a calci, pugni e graffi la consorte procurandole lesioni alle gambe, al volto e all’addome che in ospedale sono state giudicate guaribili in meno di una settimana.

 

Leggi l'articolo completo su Eco di Biella in edicola

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter