Papa? muore a 46 anni di leucemia

Cronaca 23 Ottobre 2016 ore 11:48

TRIVERO - Chi conosce la strada che ha percorso negli ultimi, difficili, tempi della sofferenza, racconta che ha tentato ogni possibilita?. Ogni via possibile, per sconfiggere il male che da qualche tempo lo prostrava. Ma il destino ha deciso diversamente. E Luca Panozzo, triverese originario di Crocemosso, dipendente di un’azienda tessile della zona, la Successori Reda, alla fine ha dovuto arrendersi: a soli 46 anni, dopo un'estenuante lotta, ha lasciato il passo alla leucemia che da tempo lo aveva colpito.
La dolorosa sorte del giovane, papa? di due figlie gemelle, ha fatto calare un velo di tristezza sulla valle. E sui tanti amici che, tra Valle Mosso e Trivero, dove viveva, avevano avuto modo di conoscerlo. In tanti, non a caso, hanno voluto prendere parte venerdì pomeriggio, nella chiesa parrocchiale di frazione Botto, alla cerimonia funebre. E stringersi cosi? alla famiglia, la moglie Marilisa Boschetti, le figlie Asia e Syria; il fratello Loris con la moglie Rosa Curcio e la figlia Francesca con Manuel; la mamma Vanda e il papa? Sergio; i suoceri Olga ed Ercole; i cognati Cristina con il marito Francesco e la figlia Elisa, e Fabio con Stefania e la figlia Arianna. A tutti loro, e al fraterno amico Matteo, e? andato l’ultimo, affettuoso abbraccio, in ricordo di un giovane papa? volato via troppo presto.

V.B.

TRIVERO - Chi conosce la strada che ha percorso negli ultimi, difficili, tempi della sofferenza, racconta che ha tentato ogni possibilita?. Ogni via possibile, per sconfiggere il male che da qualche tempo lo prostrava. Ma il destino ha deciso diversamente. E Luca Panozzo, triverese originario di Crocemosso, dipendente di un’azienda tessile della zona, la Successori Reda, alla fine ha dovuto arrendersi: a soli 46 anni, dopo un'estenuante lotta, ha lasciato il passo alla leucemia che da tempo lo aveva colpito.
La dolorosa sorte del giovane, papa? di due figlie gemelle, ha fatto calare un velo di tristezza sulla valle. E sui tanti amici che, tra Valle Mosso e Trivero, dove viveva, avevano avuto modo di conoscerlo. In tanti, non a caso, hanno voluto prendere parte venerdì pomeriggio, nella chiesa parrocchiale di frazione Botto, alla cerimonia funebre. E stringersi cosi? alla famiglia, la moglie Marilisa Boschetti, le figlie Asia e Syria; il fratello Loris con la moglie Rosa Curcio e la figlia Francesca con Manuel; la mamma Vanda e il papa? Sergio; i suoceri Olga ed Ercole; i cognati Cristina con il marito Francesco e la figlia Elisa, e Fabio con Stefania e la figlia Arianna. A tutti loro, e al fraterno amico Matteo, e? andato l’ultimo, affettuoso abbraccio, in ricordo di un giovane papa? volato via troppo presto.

V.B.