IL SANTUARIO MAI VISTO

Oropa Barocca sotto le stelle per i prossimi due sabati

Un percorso tra arte e musica l'1 e 8 agosto. Ecco come partecipare. Intanto prendere forma il programma del 30 agosto, quando si sarebbe dovuta celebrare la V Incoronazione

Oropa Barocca sotto le stelle per i prossimi due sabati
Grande Biella, 27 Luglio 2020 ore 19:03

Per due sabati consecutivi, 1 e 8 agosto, sarà possibile vedere Oropa, il Santuario e le sue bellezze barocche attraverso un percorso guidato sotto le stelle alla scoperta dei tesori e delle musiche di epoca barocca.

Il Barocco di Oropa tra musica arte e storia

Il Santuario di Oropa propone un percorso dedicato al Barocco tra arte, storia e musica con due serate a tema: sabato 1 agosto alle ore 21si alterneranno la voce narrante della guida Fabrizio Gremmo e la musica dell’organista Sebastiano Dominain una serata dal titolo “Oropa barocca tra arte e musica: il grandioso sviluppo architettonico e artistico del Santuario”

Sabato 8 agosto, sempre alle ore 21, la serata sarà condotta da Danilo Craveia, archivista del Santuario di Oropa, sul tema “Oropa barocca tra storia e musica: l’identità del Santuario nel biellese barocco”. I due eventi saranno accompagnati da musiche di Vivaldi, Johann Sebastian Bach, Ulisse Mattei e Jean-Baptiste Lully, suonate all’organo della Basilica Antica.

La storia barocca di Oropa

In epoca barocca lo sviluppo monumentale e artistico di Oropa fu grandioso, lo testimoniano i nomi dei grandi architettiche sono entrati a far parte della storia di Oropa: nel Seicento Francesco Conti, Marcantonio Toscanella, Pietro Arduzzi e Giovanni Antonio Garabello lavorarono aiprogetti per la Basilica Antica e il suo chiostro; nel Settecento Francesco Gallo, Bernardo Vittone e poi il grande Filippo Juvarra furono coinvolti nella progettazione dello scalone della Porta Regia e al prolungamento del santuario verso sud con la nascita dei due piazzali inferiori.

L’ostensorio con 800 pietre preziose donato dalla mamma del Re Vittorio Amedeo II

In un secolo e mezzo, si susseguirono interpretazioni e soluzioni prospettiche che donarono al Santuario un’armonia e una maestosità eccezionali. Il Museo di Oropa conserva ancora oggi alcuni dei manufatti più straordinari di quel periodo: calici, paramenti liturgici, dipinti e ostensori. In particolare, quello donato nel 1700 dalla Madama Reale Maria Giovanna Battista di Savoia-Nemours, madre del Re Vittorio Amedeo II, decorato con circa 800 pietre preziose, non solo è uno degli oggetti più preziosi oggi conservati a Oropa, ma fu anche uno dei più ammirati alla “Mostra del Barocco Piemontese” che fu allestita a Torino nel 1937 e nel 1963. La mostra cercò, soprattutto nel 1937, di dare una connotazione culturale forte al Piemonte, che trova ancora oggi nel barocco un’identità culturale unitaria.

I due eventi gratuiti e senza prenotazione

I due eventi di Oropa si inseriscono infatti all’interno della rassegna“L’essenziale è Barocco”, l’iniziativapromossa dalla Regione Piemonteche prevede per tutto il 2020 eventi e aperture straordinarie scanditi damostre, concerti, visite guidate, laboratori ed iniziative culturali. É l’occasione giusta per scoprire monumenti e opere di grandi artisti del Barocco, inseriti in contesti urbani e naturali. In questo ambito, quello di Oropa è un paesaggio barocco diverso da quello urbano torinese, ma proprio per questo ancora più affascinante perché inserito in un contesto alpinosenza eguali.Informazioni:Ritrovo alle ore 21 davanti ai cancelli del Santuario.

La guida accompagnerà i partecipanti in una breve visita sotto le stelle per poi proseguire all’interno della Basilica Antica. Evento gratuito. Non serve prenotazione

5 foto Sfoglia la gallery

Il programma del 30 agosto dopo l’annullamento dell’Incoronazione: prime anticipazioni

Inizia a prendere forma il programma della giornata del prossimo 30 Agosto a Oropa. Come si ricorderà, in quella data il Santuario avrebbe dovuto celebrare la V Centenaria Incoronazione della Vergine Nera ma, a causa dell’emergenza sanitaria, il Vescovo di Biella, a metà dello scorso Maggio, valutando che le circostanze non avrebbero potuto permettere una «celebrazione comunitaria e con la partecipazione di tutti», aveva deciso di invitare a proseguire il cammino iniziato tre anni prima, augurandosi di poterlo concludere con un’Incoronazione da celebrarsi nel 2021, a emergenza auspicabilmente terminata.

Il comunicato ufficiale del 14 maggio scorso aveva però anticipato che il 30 Agosto 2020 sarebbe stato comunque celebrato in Santuario un gesto per «significare il rinnovarsi della devozione e della gratitudine a Maria, Regina di Oropa, in questi mesi di grande prova per il Mondo, per la nostra Nazione e per il Biellese». Proseguiva il comunicato: «Sarà un gesto che, rispettando la data centenaria, ribadirà, nelle condizioni date, una tradizione cara ai Biellesi e a tutti i devoti del Santuario. Esso si svolgerà in piena ottemperanza alle disposizioni di sicurezza vigenti in quel momento».
Un gesto che unisca la devozione alla Vergine Nera alla gioia per la riapertura al culto della Basilica Superiore. È dunque con queste intenzioni che Diocesi di Biella e Santuario di Oropa stanno mettendo a punto il programma della giornata del 30 Agosto. Al momento è possibile anticipare due aspetti salienti. Il primo: sarà la Sacra Effigie della Madonna di Oropa a riaprire solennemente la Basilica Superiore, dopo quattro anni di importanti e laboriosi restauri. Il secondo: la celebrazione di una Santa Messa solenne nella medesima Basilica Superiore avrà luogo nel pomeriggio, per dar modo di gestire più agevolmente sia lo spostamento della Statua dal Sacello alla Basilica Superiore sia il radunarsi del numero di fedeli che sarà consentito dalle disposizioni vigenti.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno