Cronaca

«Ora basta, il guardrail dev’essere sostituito al più presto»

«Ora basta, il guardrail dev’essere sostituito al più presto»
Cronaca 21 Agosto 2015 ore 11:05

BIELLA - Ennesimo incidente alla solita curva allo svincolo di Biella della superstrada. Stavolta hanno rischiato veramente grosso il presidente di Città Studi, Pier Ettore Pellerey, 52 anni, di Strona, e la figlia Lucia di 19 anni. A provocare l’uscita di strada della Renault Scenic sulla quale viaggiavano padre e figlia, è stato quasi certamente l’asfalto reso viscido dalla pioggia. La vettura ha superato il guardrail ormai sfondato da tempo a causa dei continui incidenti in parte ridotti grazie al taglio di piante ed arbusti che oscuravano la visibilità, ha fatto un volo di sette-otto metri ed è finita di sotto ribaltandosi a poche spanne dal canale, peraltro in questo periodo in piena, che scorre sotto quel tratto di ponte della tangenziale. Poteva finire in tragedia. Padre e figlia sono stati estratti dall’abitacolo schiacciato dai Vigili del fuoco. Portati in ospedale, non avrebbero per fortuna riportato ferite gravi.

Nelle ore successive ha fatto la voce grossa il presidente della Provincia, Emanuele Ramella: «Già tre mesi fa ho firmato un ordine di servizio con il quale chiedevo che la questione venisse risolta in tempi brevi - ha dichiarato -. Ora partiranno le sanzioni disciplinari. Il problema dev’essere presto risolto...». Un’azienda sta già lavorando per preparare la protezione metallica che andrà a sostituire il guardrail schiacciato e stortato dalle continue uscite di strada.

V.Ca.

BIELLA - Ennesimo incidente alla solita curva allo svincolo di Biella della superstrada. Stavolta hanno rischiato veramente grosso il presidente di Città Studi, Pier Ettore Pellerey, 52 anni, di Strona, e la figlia Lucia di 19 anni. A provocare l’uscita di strada della Renault Scenic sulla quale viaggiavano padre e figlia, è stato quasi certamente l’asfalto reso viscido dalla pioggia. La vettura ha superato il guardrail ormai sfondato da tempo a causa dei continui incidenti in parte ridotti grazie al taglio di piante ed arbusti che oscuravano la visibilità, ha fatto un volo di sette-otto metri ed è finita di sotto ribaltandosi a poche spanne dal canale, peraltro in questo periodo in piena, che scorre sotto quel tratto di ponte della tangenziale. Poteva finire in tragedia. Padre e figlia sono stati estratti dall’abitacolo schiacciato dai Vigili del fuoco. Portati in ospedale, non avrebbero per fortuna riportato ferite gravi.

Nelle ore successive ha fatto la voce grossa il presidente della Provincia, Emanuele Ramella: «Già tre mesi fa ho firmato un ordine di servizio con il quale chiedevo che la questione venisse risolta in tempi brevi - ha dichiarato -. Ora partiranno le sanzioni disciplinari. Il problema dev’essere presto risolto...». Un’azienda sta già lavorando per preparare la protezione metallica che andrà a sostituire il guardrail schiacciato e stortato dalle continue uscite di strada.

V.Ca.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter