Menu
Cerca

Omicidio a San Teodoro, indagini a Biella

Omicidio a San Teodoro, indagini a Biella
Cronaca 12 Giugno 2017 ore 14:54
Tra ieri e oggi i carabinieri del comando provinciale di Biella stanno lavorando sodo per aiutare i colleghi sardi a ricostruire l'esatta dinamica di quanto successo ieri nella villetta di San Teodoro, in Sardegna. Ancora non sono infatti state chiarite le circostante che hanno portato alla morte di Erika Preti, 28 anni, residente a Pralungo, trovata sgozzata all'interno della casa vacanze che una coppia di amici aveva prestato a lei e al fidanzato di una vita, Dimitri Fricano, suo coetaneo, per trascorrere una settimana di ferie. 
I militari biellesi, proprio in queste ore stanno finendo di sentire i vicini di casa della coppia, che abitava a Pralungo, per capire Erika e Dimitri fossero una coppia affiatata, oppure se litigassero spesso.  Fricano, che si trova ricoverato all'ospedale di Olbia in condizioni non gravi, è  piantonato dai carabinieri. Il giovane sostiene la tesi dell'aggressione, ma i militari non escludono altre piste tra le quali quella dell'omicidio e del tentativo di suicidio.
Le indagini proseguono a ritmo serrato.  

Tra ieri e oggi i carabinieri del comando provinciale di Biella stanno lavorando sodo per aiutare i colleghi sardi a ricostruire l'esatta dinamica di quanto successo ieri nella villetta di San Teodoro, in Sardegna. Ancora non sono infatti state chiarite le circostante che hanno portato alla morte di Erika Preti, 28 anni, residente a Pralungo, trovata sgozzata all'interno della casa vacanze che una coppia di amici aveva prestato a lei e al fidanzato di una vita, Dimitri Fricano, suo coetaneo, per trascorrere una settimana di ferie. 
I militari biellesi, proprio in queste ore stanno finendo di sentire i vicini di casa della coppia, che abitava a Pralungo, per capire Erika e Dimitri fossero una coppia affiatata, oppure se litigassero spesso.  Fricano, che si trova ricoverato all'ospedale di Olbia in condizioni non gravi, è  piantonato dai carabinieri. Il giovane sostiene la tesi dell'aggressione, ma i militari non escludono altre piste tra le quali quella dell'omicidio e del tentativo di suicidio.
Le indagini proseguono a ritmo serrato.  

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli