Cronaca

Occupano alloggio con la complicità del vicino

Occupano alloggio con la complicità del vicino
Cronaca 26 Aprile 2016 ore 18:43

Hanno occupato in modo abusivo l’appartamento di uno stabile di Tollegno lasciato disabitato dalla proprietaria che aveva peraltro tentato di bloccare il più possibile l’accesso posizionando anche una catena. Ma inutilmente. La stessa donna da dichiarato ai poliziotti di una volante intervenuti su sua richiesta che, spesso, estranei occupavano l’appartamento per trascorrere la notte. In effetti, in camera da letto dell’alloggio, gli agenti intervenuti hanno sorpreso due giovani, una ragazza siciliana con residenza a Torino e un cittadino peruviano con residenza in provincia. I due hanno spiegato d’aver trascorso la notte nell’appartamento rassicurati da un inquilino dello stesso stabile del fatto che quell’alloggio fosse disabitato.

I due sono stati sottoposti a perquisizione, entrambi con esito positivo. Nello zaino del ragazzo è stato trovato un coltello in metallo lungo 12 centimetri, del quale il peruviano non è stato in grado di giustificarne il possesso. Nello zaino della ragazza sono state invece trovate tre confezioni di cartone contenenti tazzine da caffè, piattini e posate in acciaio, tutta merce rubata dall’appartamento e quindi di proprietà della signora. I due giovani sono stati così portati in questura, identificati e denunciati per i reati invasione di terreni o edifici, danneggiamento, tentato furto in abitazione e porto di oggetti atti ad offendere.

Nei guai rischia di finire anche il vicino di casa. I poliziotti, infatti, hanno acquisito elementi di responsabilità per il concorso nei reati di invasione di edifici e danneggiamento per aver agevolato l’attività di occupazione abusiva da parte dei due soggetti sottoposti ad indagini.

Hanno occupato in modo abusivo l’appartamento di uno stabile di Tollegno lasciato disabitato dalla proprietaria che aveva peraltro tentato di bloccare il più possibile l’accesso posizionando anche una catena. Ma inutilmente. La stessa donna da dichiarato ai poliziotti di una volante intervenuti su sua richiesta che, spesso, estranei occupavano l’appartamento per trascorrere la notte. In effetti, in camera da letto dell’alloggio, gli agenti intervenuti hanno sorpreso due giovani, una ragazza siciliana con residenza a Torino e un cittadino peruviano con residenza in provincia. I due hanno spiegato d’aver trascorso la notte nell’appartamento rassicurati da un inquilino dello stesso stabile del fatto che quell’alloggio fosse disabitato.

I due sono stati sottoposti a perquisizione, entrambi con esito positivo. Nello zaino del ragazzo è stato trovato un coltello in metallo lungo 12 centimetri, del quale il peruviano non è stato in grado di giustificarne il possesso. Nello zaino della ragazza sono state invece trovate tre confezioni di cartone contenenti tazzine da caffè, piattini e posate in acciaio, tutta merce rubata dall’appartamento e quindi di proprietà della signora. I due giovani sono stati così portati in questura, identificati e denunciati per i reati invasione di terreni o edifici, danneggiamento, tentato furto in abitazione e porto di oggetti atti ad offendere.

Nei guai rischia di finire anche il vicino di casa. I poliziotti, infatti, hanno acquisito elementi di responsabilità per il concorso nei reati di invasione di edifici e danneggiamento per aver agevolato l’attività di occupazione abusiva da parte dei due soggetti sottoposti ad indagini.

Seguici sui nostri canali