Cronaca

Occhio, l’albero di Natale brucia

Occhio, l’albero di Natale brucia
Cronaca 21 Dicembre 2017 ore 13:18

Siamo oramai in pieno clima natalizio e le famiglie hanno già addobbato la casa e preparato l’albero di Natale. E' una tradizione che si perde nella notte dei tempi e che crea quell’atmosfera festosa necessaria ad immergersi appieno nella festività. «Non dimentichiamo però - spiegano i Vigili del fuoco - che alberi e luminarie forniscono un eccellente combustibile che, se innescato da un malfunzionamento elettrico o a causa di una fonte di calore esterna, potrebbe avviare un processo di combustione molto rapida e difficilmente contrastabile».
Ecco i consigli che giungono dal comando provinciale dei Vigili del fuoco:
1 - Evitare di acquistare prodotti "estremamente" economici. È probabile infatti che i produttori abbiano trascurato il fattore sicurezza. 
2- Deve essere visibile la marcatura CE
(Comunità Europea), con i dati del fabbricante o del mandatario (ad esempio il distributore). 
3- Preferire la presenza di un marchio di certificazione volontario (ad esempio il marchio IMQ). 
4 - Controllare che ci siano le istruzioni per l’uso e leggerle attentamente.
5 - Per i prodotti da utilizzare all’esterno, è indispensabile verificare che il costruttore dichiari l’"uso esterno". 
6 - Prima di collegare le catene luminose è indispensabile accertarsi del buono stato di conservazione del prodotto (naturalmente non ci devono essere fili o spine danneggiati). 
7 - Evitare le spine multiple e preferire le
"ciabatte" oppure una presa per ogni catena luminosa e ricordarsi di spegnere tutto prima di coricarsi o uscire. 
8 - Evitare che i fili rappresentino un ostacolo per il passaggio delle persone. 9 - Evitare che le luminarie siano a contatto o estremamente vicine a materiali combustibili (tende, divani,
tappeti, ecc.). 
10 – Mantenere l'albero ad una distanza di almeno 2 metri da fonti di calore (caminetti e stufe). 
11 – Se l'albero fosse un vero pino/abete, bagnarlo frequentemente:
la differenza tra uno asciutto ed uno mantenuto idratato è veramente importante per quanto riguarda il comportamento al fuoco. 
12 – Se possibile tenere un estintore in un luogo facilmente raggiungibile. In pochi secondi un albero in fiamme può trasformare in un inferno un'intera abitazione a causa delle alte temperature sviluppate.

Siamo oramai in pieno clima natalizio e le famiglie hanno già addobbato la casa e preparato l’albero di Natale. E' una tradizione che si perde nella notte dei tempi e che crea quell’atmosfera festosa necessaria ad immergersi appieno nella festività. «Non dimentichiamo però - spiegano i Vigili del fuoco - che alberi e luminarie forniscono un eccellente combustibile che, se innescato da un malfunzionamento elettrico o a causa di una fonte di calore esterna, potrebbe avviare un processo di combustione molto rapida e difficilmente contrastabile».
Ecco i consigli che giungono dal comando provinciale dei Vigili del fuoco:
1 - Evitare di acquistare prodotti "estremamente" economici. È probabile infatti che i produttori abbiano trascurato il fattore sicurezza. 
2- Deve essere visibile la marcatura CE
(Comunità Europea), con i dati del fabbricante o del mandatario (ad esempio il distributore). 
3- Preferire la presenza di un marchio di certificazione volontario (ad esempio il marchio IMQ). 
4 - Controllare che ci siano le istruzioni per l’uso e leggerle attentamente.
5 - Per i prodotti da utilizzare all’esterno, è indispensabile verificare che il costruttore dichiari l’"uso esterno". 
6 - Prima di collegare le catene luminose è indispensabile accertarsi del buono stato di conservazione del prodotto (naturalmente non ci devono essere fili o spine danneggiati). 
7 - Evitare le spine multiple e preferire le
"ciabatte" oppure una presa per ogni catena luminosa e ricordarsi di spegnere tutto prima di coricarsi o uscire. 
8 - Evitare che i fili rappresentino un ostacolo per il passaggio delle persone. 9 - Evitare che le luminarie siano a contatto o estremamente vicine a materiali combustibili (tende, divani,
tappeti, ecc.). 
10 – Mantenere l'albero ad una distanza di almeno 2 metri da fonti di calore (caminetti e stufe). 
11 – Se l'albero fosse un vero pino/abete, bagnarlo frequentemente:
la differenza tra uno asciutto ed uno mantenuto idratato è veramente importante per quanto riguarda il comportamento al fuoco. 
12 – Se possibile tenere un estintore in un luogo facilmente raggiungibile. In pochi secondi un albero in fiamme può trasformare in un inferno un'intera abitazione a causa delle alte temperature sviluppate.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter